Tradisce il marito la prima notte di nozze: lui per vendetta chiede…

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:08

Una moglie che tradisce il marito la prima notte di nozze, la richiesta del marito scopertosi tradito nemmeno 24 ore dopo il fatidico “si”. Una storia davvero intricata però, ricca di colpi di scena: ecco cosa è successo a questo matrimonio surreale.

Il tradimento dopo la cerimonia

Questa storia arriva dalla Cina,  più precisamente dalla contea di Napo, nella regione Guangxi. Dopo la cerimonia del matrimonio – festeggiamenti che possono durare nel Paesi asiatico anche tre giorni – gli sposi e tutti gli invitati si ritirano nell’albergo che era stato affittato interamente per l’occasione. Come riferisce la stampa locale, che ha interrogato i numerosi ospiti della cerimonia, si sarebbe dovuta consumare la prima notte di nozze degli sposi. Ma qualcosa è andato decisamente storto.

La neo moglie è uscita dalla camera dove dormiva con il suo nuovo marito, senza però fare ritorno fino al mattino seguente. Quello che è successo ha sconvolto tutti i presenti: la donna, tornata dal bagno nel corridoio, si è infilata nella stanza sbagliata, quella del testimone e migliore amico dello sposo. I due hanno passato la notte insieme, ma il risveglio – com’è possibile immaginare – non è stato dei migliori.

Leggi anche —–> Torna a casa e trova la moglie ammanettata al letto: ma l’amante…

Leggi anche —–> Test psicologico | Qual è il tuo bisogno affettivo in questo momento?

La richiesta del marito

Secondo la versione della sposa si sarebbe trattato di un gravissimo errore. Non si sarebbe accorta infatti che quello nella stanza non era suo marito, sino a quando, al mattino, il suo viso è stato illuminato dal sole. La donna ha infatti accusato il testimone di aver abusato di lei. L’uomo si è difeso sostenendo che è stata la donna ad entrare nella stanza e a voler fare sesso con lui e che non aveva certo idea che la sposa lo avesse scambiato per il suo neo marito.

Venuto a conoscenza del fatto, il marito ha chiesto 20mila yuan, circa 3mila euro, di risarcimento al testimone, il quale si è rifiutato categoricamente di risarcire l’uomo e lo ha portato in tribunale. Nell’aula ha prevalo la versione del testimone che è stato scagionando da ogni accusa: non deve nessun risarcimento per quella notte.