Bimba finisce in coma a 14 mesi: trovate tracce di marijuana nelle urine

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:10

Una bimba di soli 14 mesi era finita in coma all’ospedale di Pavia: riscontrate tracce di marijuana nelle sue urine. La piccola ora sta bene: affidata a una struttura protetta, avviate le indagini dalle autorità per accertare le responsabilità del caso.

osedpale pavia - 14 mesi marijuana
Fondazione IRCCS Policlinico San Matteo di Pavia, struttura dove è stata ricoverata la piccola finita in coma – foto via La Stampa

Secondo quanto si apprende, una bambina di soli 14 mesi è stata portata al Policlinico San Matteo di Pavia, dopo essere finita in coma. Presso la struttura ospedaliera, i medici le hanno effettuato tutti gli accertamenti del caso, e avrebbero ritrovato evidenti tracce di marijuana nelle sue urine. Come però viene spiegato da La provincia Pavese, la bambina sarebbe già fuori pericolo: dopo essersi infatti ripresa nel giro di alcuni giorni, la paziente è stata in seguito trasferita presso una struttura protetta – secondo quanto deciso dal Tribunale dei Minorenni di Milano.

I genitori l’hanno vista cadere in un sonno profondo

Come riportano le fonti che per prime hanno coperto il caso, i genitori avevano notato qualcosa di strano nella piccolina già da qualche tempo. Qualche giorno prima di finire in ospedale, la coppia (residente a Lomellina) ha infatti raccontato di aver visto come la piccola non si sentisse bene, fino a vederla addirittura cadere in un sonno sempre più profondo. Per questo motivo, spaventati, l’hanno immediatamente portata in pediatria all’ospedale San Matteo, dove però sarebbe già arrivata in stato comatoso.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


Aperta l’inchiesta per accertare le responsabilità

Al sopraggiungere della bimba, i medici hanno avviato tutte le relative procedure del caso. A seguito delle analisi effettuate sui campioni di urina della piccola di 14 mesi, il personale medico avrebbe scoperto delle evidenti tracce di marijuana. A quel punto, allora, i medici hanno avvisato tempestivamente la polizia, che ha già operato per aprire un’inchiesta per accertare le responsabilità.

Sempre secondo quanto viene spiegato dalle fonti, al momento l’ipotesi che viene maggiormente accreditata parlerebbe di un incidente domestico. La piccola, infatti, potrebbe aver accidentalmente raccolto e ingerito una piccola quantità di cannabis lasciata dai suoi genitori sul tavolo, o che magari era caduta in terra.