Enrica Bonaccorti straziata dal dolore a Mattino Cinque : “Le sue urla”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:11

Uno dei casi di cronaca italiana che tiene banco in Italia da molti anni è l’omicidio di Marco Vannini, il ragazzo morto in casa della sua fidanzata presumibilmente ucciso da Antonino Ciontoli, un presunto omicidio che coinvolge però tutta la famiglia per via del ritardo alla chiamata dei soccorsi.

Enrica Bonaccorti straziata dal dolore a Mattino Cinque – MeteoWeek

L’omicidio Vannini è stato oggetto di discussione nella nuova puntata di Mattino Cinque da parte di Federica Panicucci insieme agli ospiti della trasmissione, tra i quali era presente anche Enrica Bonaccorti.

Esemplare in questi anni è stata anche la lotta dei genitori di Marco Vannini, e in particolar modo di mamma Marina, che non ha mai creduto nella tesi dell’incidente ma che ha lottato per veder riconosciuto il suo omicidio, causato dall’ostacolo che è stato posto nei soccorsi. Non a caso, ricordiamo anche che Antonio Ciontoli ha chiamato due volte al pronto soccorso.

Federica Panicucci Mattino Cinque – MeteoWeek

Il caso Vannini

Oggi è un giorno molto importante per la famiglia Vannini che attende la sentenza nel processo per la morte del giovane Marco, deceduto a causa di un colpo sparato in casa della famiglia Ciontoli ma che poteva essere salvato se solo soccorso in tempo.

A commentare con profondo dolore il tutto è stata Enrica Bonaccorti a Mattino Cinque ospite di Federica Panicucci:

“Tra tutte le tragedie che mi sono trovata a commentare questa è quella che (forse) più mi ha colpito. Ricordo come fosse oggi le urla di Marco, le abbiamo sentite tutte la telefono. I lamenti che chiedeva aiuto. È una cosa straziante. Poi non è il fatto che abbia sparato volontariamente o che gli fosse sfuggito un colpo, come probabilmente è… ma è la dinamica, tutto il dopo, come l’hanno portato alla morte”.

Enrica Bonaccorti Mattino Cinque – MeteoWeek

 “Lei non ha reagito…”

Il commento fatto da Enrica Bonaccorti continua poi con un piccolo e breve riassunto della vicenda riguardante l’omicidio Vanni:

“Il fatto che ci fosse tutta la famiglia, la sua fidanzata che non ha reagito, quello che abbiamo sentito rubato dalle intercettazioni mentre loro aspettavano in commissariato di essere interrogati, si mettevano d’accordo… Insomma, è talmente evidente la colpa quello che detto poi Cintoli quando è andato in ospedale, cercando di far passare questa cosa dicendo: ‘Io sono una persona che ha delle stellette’”.

Mattino Cinque – MeteoWeek

Leggi anche -> Caso Vannini: “Ciontoli merita l’omicidio colposo perché al Pit ammise le sue responsabilità”

Leggi anche -> Federica Panicucci parla di Barbara D’Urso | Mattino Cinque : “Complicata”

Successivamente, ecco che la Bonaccorti conclude poi con il ricordo di uno momento di scontro avuto appunto con Antonio Ciontoli: “Mi ha querelata perché nell’intervenire su questo argomento evidentemente mi sono espressa con molta fermezza e durezza, poi la cosa è decaduta… io ero impazzita nel sentire le urla di marco al telefono”.