Coronavirus, due casi al Tg1: “Procedura di sicurezza attivata”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:46

Allarme coronavirus nella redazione del Tg1 di Roma: due impiegati della testata giornalistica sarebbero risultati positivi. Uno di loro, come si apprende, sarebbe stato trasferito in terapia intensiva.

Tg1, allarme coronavirus

L’emergenza coronavirus continua e nelle ultime ore è stata diramata una notizia che ha fatto tremare gli impiegati Rai. L’agenzia stampa PrimaPaginaNews ha reso noto che uno degli addetti all’informazione della cittadella di Saxa Rubra si è sentito male nella giornata di ieri, 1 ottobre, ed è stato trasferito in terapia intensiva.

La situazione è allarmante – si legge nella nota stampa –  e preoccupa non poco centinaia di giornalisti e impiegati che popolano la palazzina del principale Tg della Rai”. Il caso dell’impiegato positivo al Covid-19, tuttavia, sembra non essere isolato e, secondo quanto emerso, anche una collega sarebbe risultata positiva al virus. Dalla direzione, però, pare non siano state date indicazioni in merito e si richiede maggiore chiarezza riguardo alla vicenda.

Coronavirus in Rai: “Nessuna spiegazione”

“Gli altri impiegati di redazione, fatti rientrare in tutta fretta dallo smart working, nel frattempo, secondo un ordine di servizio sono stati trasferiti nello stanzone che un tempo era la redazione web del tg e anche qui senza nessuna spiegazione ufficiale, contro tutte quelle che sono le norme di distanziamento anti-Covid”, viene denunciato nel lancio d’agenzia.

La critica, quindi, è nei confronti dell’atteggiamento adottato dai vertici Rai che, stando a quanto emerso dal comunicato, pare abbiano deciso di non mettere al corrente tutti gli impiegati della situazione venutasi a creare.

“Nessuno ad oggi è stato avvertito, nemmeno le organizzazioni sindacali e il nucleo gestione Covid, la task force Rai che si occupa di Coronavirus – si continua a leggere – . Il rischio contagio minaccia questa volta di coinvolgere l’intera cittadella dell’informazione Rai di Saxa Rubra: possibile che nessuno avverta la sensibilità di chiarire quanto successo?”.

Giuseppe Carboni, direttore Tg1

Leggi anche–>Donald Trump e la moglie Melania sono positivi al Coronavirus

Leggi anche–>Amazon: oltre 19mila i dipendenti contagiati dal coronavirus

Coronavirus in Rai, si esclude focolaio

Da Fanpage, però, arriva la notizia che il nucleo speciale di Gestione Covid, la task force che si occupa di garantire la sicurezza all’interno della Rai, si è attivato in maniera corretta per espletare tutte le procedure di verifica anti covid previste dai protocolli della Rai.

Nella lettera diramata dal Nucleo nella giornata del 30 settembre, si legge: “Nella mattinata odierna l’azienda ha avuto evidenza di un caso di positività che si è verificato a Roma al Tg1. Come previsto dal protocollo aziendale: è stata pianificata la sanificazione dei locali; è stato immediatamente avviato il tracciamento; congiuntamente alla Asl di competenza sono stati individuati i contatti stretti ed è stata programmata nella giornata di domani l’effettuazione del tampone molecolare; in via cautelare, come prevede la norma, gli stessi sono stati posti in permanenza domiciliare fiduciaria in attesa dell’esito dello stesso”.

Tutte le procedure anti-Covid, dunque, sembra siano state avviate e si esclude che nella cittadella di Saxa Rubra si possa creare un focolaio.