Cybersecurity, la mossa di Fastweb per migliorare l’innovazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:59

Fastweb fa un passo avanti e si rafforza nell’offerta di cybersecurity acquisendo il 70% di 7Layers. La società di servizi per la sicurezza informatica è stata fondata nel 2012 a Firenze

Mossa Fastweb sulla cybersecurity – meteoweek.com

Fastweb cerca lungimiranza e guarda con attenzione alla cybersecurity, con l’obiettivo di migliorare sempre di più il proprio posizionamento nel mercato enterprise. È così che va letta l’operazione realizzata dall’azienda, che ha comunicato di aver acquisito il 70% di 7Layers, società leader nei servizi per la sicurezza informatica, fondata nel 2012 a Firenze. Si tratta di un acquisto, dunque, che permetterà alla controllata italiana di Swisscom di presentarsi al mondo delle imprese con soluzioni strutturate anche in chiave cybersecurity, oltre che sul versante cloud in cui il rafforzamento è avvenuto a giugno con l’acquisizione di Cutaway.

“Un percorso – spiega Fastweb in un comunicato stampa – che oltre alla crescita per linee esterne è sostenuto dai contestuali e significativi investimenti in tecnologia e infrastrutture, che nel solo primo semestre 2020 hanno raggiunto i 276 milioni di Euro. Con questa nuova operazione puntiamo a rafforzare il nostro posizionamento come Security Provider per il mondo delle aziende”, ha poi confermato Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb. Secondo quest’ultimo “l’expertise di 7Layers unita alla nostra profonda conoscenza delle tecnologie di rete genereranno sinergie estremamente interessanti. Confluire, dunque, in un patrimonio che Fastweb metterà a frutto per crescere rapidamente in questo settore chiave rispondendo alla sempre più forte e distribuita necessità di sicurezza delle imprese”.

Alla scoperta di 7Layers, giovane azienda fiorentina

È una società giovane la fiorentina 7Layers. I numeri però dicono che negli ultimi quattro anni è stata sempre nella classifica delle 1.000 Fastest-Growing Companies a livello europeo compilata dal Financial Times. I ricavi da 7,8 milioni al 31 dicembre 2019, come da bilancio visionato dal Sole 24 Ore, sono due in più di fine 2018 e segnano un andamento estremamente virtuoso. L’anno si è poi chiuso in utile di 173.541 euro, in flessione dai 224.680 euro del 2018. I costi della produzione si sono attestati a 7.67 milioni.

Leggi anche –> Maltempo, è allerta rossa in Liguria: frane, inondazioni e allagamenti

Leggi anche –> Trump positivo al Covid, a rischio la campagna elettorale contro Biden

Non manca soddisfazione per il nuovo accordo. “Con questo accordo potremo estendere la nostra proposizione di soluzioni Cybersecurity innovative e flessibili rispondendo alle esigenze di un mercato sempre più veloce e integrato”, hanno commentato Fabrizio Rosina e Riccardo Baldanzi, Amministratori Delegati di 7Layers. “Le minacce informatiche crescono ogni giorno, così come aumenta costantemente la presenza del mondo digitale nelle nostre vite. Insieme a Fastweb, che da sempre punta all’innovazione e un rapporto diretto sul territorio, sarà possibile estendere le soluzioni di sicurezza a tutti i mercati»