La guerra a TikTok: un altro stato l’ha bandita per contenuti immorali

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:03

“L’autorità ha concesso molto tempo, ma TikTok non ha rispettato pienamente le istruzioni. Pertanto – afferma l’Authority in una nota – sono state emesse istruzioni per il blocco delle applicazioni

Pakistan bandito TikTok

Il Pakistan ha vietato da ieri di scaricare TikTok, il servizio di social networking cinese di condivisione di video, per i suoi contenuti “immorali e indecenti”. L’Authority pachistana per le Telecomunicazioni ha affermato di avere ricevuto numerose denunce da diversi settori della società e di avere sollecitato il provider alla moderazione proattiva dei “contenuti online illegali”.


LEGGI ANCHE:


“L’autorità ha concesso molto tempo, ma TikTok non ha rispettato pienamente le istruzioni. Pertanto – afferma l’Authority in una nota – sono state emesse istruzioni per il blocco delle applicazioni TikTok nel Paese”. L’autorità ha detto di essere aperta a un ripensamento subordinatamente a uno sforzo di TikTok nella direzione richiesta. Il Pakistan aveva già messo al bando Bigo, un’applicazione di live streaming della Bigo Technology di Singapore e il gioco online PlayerUnknown’s Battlegrounds (PUBG). Tuttavia, i divieti erano stati successivamente revocati dopo colloqui con i rappresentanti di entrambe le società.