Calci al gattino e video in rete, denunciati due minori che però festeggiano: ora abbiamo più follower

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:31

Calci al gattino e video in rete, denunciati due minori che però festeggiano: ora abbiamo più follower. I responsabili hanno 15 e 17 anni

Calci al gattino e video in rete, denunciati due minori che però festeggiano: ora abbiamo più follower

I carabinieri hanno identificato e denunciato due minori di 15 e 17 anni, autori di un video circolato in rete, in cui si vedono i due teppisti prendere a calci un gattino e filmare la scena col telefonino per poi postarla su TikTok. Il video ha suscitato molte polemiche, ma anche alcuni commenti positivi rilasciati sull’account dei due ragazzini. Non si sa se il gatto sia poi morto o meno, ma i carabinieri ritengono sia sopravvissuto. Nonostante tutto questo, i due si sono vantati del loro gesto in un video pubblicato su TikTok , mentre su Instagram uno di loro ha scritto: “Devo ringraziare il gattino per tutti i follower che mi sta facendo arrivare“.

Leggi anche:—>Paolo Del Debbio: nessuna malattia, ho perso 27 kg e sto meglio

Leggi anche:—>Coronavirus, l’appello di Fontana: “Misure più restrittive in Lombardia”

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Si tratta di un video realizzato un mese fa nel quartiere Arpino (Napoli) ma pubblicato solo da poco. Alla scena hanno assistito in molti ma nessuno ha alzato un dito per aiutare il malcapitato gattino. Quando invece il filmato ha iniziato a circolare sul web, in moltissimi si sono mobilitati, tra associazioni, enti ecc. che hanno contattato i carabinieri che in poche ore hanno individuato i due minori. Sono in molti ad augurarsi una pena esemplare per i due ragazzini ma data la loro età sarà piuttosto difficile. Tuttavia, sembra che le istituzioni si siano mosse e nei prossimi giorni l’assessora regionale alla Formazione, Armida Filippelli vedrà il sindaco di Casoria per conforontarsi su iniziative atte a riqualificare il quartiere investendo sui giovani.