Grande Fratello Vip, momento trash e hot: gli autori costretti a censurare VIDEO

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:09

Momento delicato. La produzione blocca un momento della diretta. Gli inquilini si lasciano andare e l’occhio del GF è attento.

Il Grande Fratello spegne il kitsch 

Momenti di grande goliardia mescolati a kitsch al Grande Fratello, prontamente smorzati dalla produzione che decide di spegnere i bollenti spiriti dei concorrenti in preda ai facili entusiasmi. Artefice del momento è Tommaso Zorzi, mattatore indiscusso della quinta edizione del Grande Fratello Vip. Durante la giornata la produzione ha dovuto infatti “riprendere” minacciando provvedimenti i concorrenti per un gioco intelaiato dai concorrenti. Motivo dell’ardire il gioco che prevede di scegliere Il sedere migliore della Casa. Un momento kitsch bloccato dall’occhio del Grande Fratello che, con toni calmi, ha deciso di redarguire i concorrenti della casa.

LEGGI ANCHE—>Grande Fratello Vip, Pierpaolo scoppia a piangere: Elisabetta lo manda a quel paese 

LEGGI ANCHE—>Elisabetta Gregoraci fidanzata fuori il GF | Bomba a Mattino Cinque 

Il dettaglio dei fatti 

Protagonisti del gioco Tommaso Zorzi assieme ad Andrea Zelletta, Francesco Oppini, Dayane Mello, Massimiliano Morra, Pierpaolo Pretelli e Enock Barwuah. Da una semplice osservazione si è passato ai fatti e prima prima Oppini, poi Enock, hanno iniziato a condurre questo maldestro gioco iniziando a mostrare parte del loro lato B.

Ragazzi, non si può fare sta roba, mi sa che è fuori dal regolamento, ha commentato Zorzi, mentre il fratello di Balotelli stava slacciando i pantaloni. Con fermezza giunge infatti il richiamo del Grande Fratello che prontamente, attraverso la voce di uno degli autori, scandisce: “Ragazziiii!”. Grassa risata in cucina da parte degli inquilini, i quali già avevano annusato l’odore della gag. Alla fine, Tommaso Zorzi ha fatto in tempo a decretare il suo vincitore: per lui il miglior fondoschiena è quello di Pierpaolo Pretelli. Un po di sana goliardia serve, specie se il tempo passa e la noia inizia ad avere il sopravvento.