Uomo avvisato all’alba del suicidio della moglie, scopre che è morto anche il figlio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:00

Svegliato dalla polizia per avvisarlo del suicidio della moglie, scopre che durante la notte è morto anche il figlio.

Uomo avvisato all’alba del suicidio della moglie, scopre che è morto anche il figlio – meteoweek

Un risveglio drammatico, un uomo è stato allertato dalla polizia della notizia devastante del suicidio della moglie. L’uomo a Dublino non sa però che quella della moglie un’infermiera 34enne dell’ospedale Children’s Health Ireland, lanciatasi da un monte, non è l’unica morte che piangerà quel giorno. A rendere ancor più devastante la tragedia, l’ipotesi che la donna abbia compiuto l’estremo gesto dopo aver soffocato il loro bambino di soli 7 mesi. Come riportato dal quotidiano Irish Independent, Nicola Keane è morta intorno alle 3.45 della notte di ieri. Il suo corpo è stato ritrovato vicino ad un ponte nella zona est di Dublino. I poliziotti irlandesi non hanno potuto far altro che constatarne il decesso e recarsi a casa della donna per dare la tragica notizia al marito. Alle 5 del mattino hanno svegliato l’uomo, ma nemmeno loro si aspettavano che avrebbero scoperto un’altra morte risalente a poche ore prima.

Dopo il ritrovamento gli agenti hanno infatti trovato in casa della defunta il corpo senza vita del figlio neonato della coppia, Henry. Dall’autopsia è emerso che a causarne il decesso è stata l’asfissia. Non è chiaro se sia stata la donna. Al momento, la dinamica della morte del bambino è registrata come “inspiegabile”, ma si fa sempre più concreta l’ipotesi più drammatica. Dai primi esami non sono risultati segni di violenza sul corpo dell’infante.

Leggi anche -> “C’è il Covid, niente chemio”: così è morta Kelly Smith

Leggi anche -> Covid, tutti positivi i carabinieri in servizio nella zona rossa di Mezzojuso

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Non si conoscono le ragioni che avrebbero spinto la donna a togliersi la vita ma si sospetta soffrisse di depressione post-partum. La coppia abitava a Lucan, nella periferia est della capitale. Una consigliera del Partito Repubblicano locale, Annie May Reape, ha commentato la tragedia sottolineando che: «L’intera città è devastata. Erano delle persone meravigliose, stimate da tutti nella comunità».

Una vicina di casa ha dichiarato all’Irish Independent: «Era una donna amichevole, con un meraviglioso bambino. Sembrava felice. Ogni volta che li vedevi insieme, con il marito, sembravano una coppia adorabile. Siamo tutti scioccati. Sembra una di quelle tragedie che vedi in televisione, non pensi mai che possa accadere nella vita reale». C’è grande dolore intorno alla tragedia anche se alcuni punti non sono del tutto chiari. Le indagini della polizia serviranno ad accertare quanto accaduto realmente.