Il mondo post Coronavirus: meno figli, più single e bambini più fragili

Quali saranno gli effetti della pandemia di coronavirus che sta affliggendo il mondo intero? Uno studio ha analizzato diversi scenari, e ha tracciato diversi cambiamenti che influenzeranno la nostra società e la nostra salute nel futuro prossimo.

gli effetti del coronavirus
gli effetti del coronavirus sulla nostra società – foto di repertorio

Secondo uno studio condotto dagli esperti dell’Università della California a Los Angeles, il mondo post pandemia vedrà i risultati dei cambiamenti sociali che si stanno delineando in questo periodo. Anche lo smart working, ad esempio, potrebbe aumentare il gap di genere e promuovere un maggiore conservatorismo sociale. Tra gli altri effetti che si rischia di contare a fine pandemia si annoverano anche la diminuzione del tasso di natalità, la maggiore tendenda a rimanere single e la difficoltà per i bambini di sviluppare un sistema immunitario efficace. Il tutto, chiaramente, è legato alla minore possibilità di stare all’aperto e di condurre un’adeguata vita sociale.

La società post Covid-19: gli effetti della pandemia

Come si apprende dall’AGI, lo studio è stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences. I ricercatori hanno analizzato 90 lavori così da stimare il modo in cui la pandemia di Covid-19 cambierà i comportamenti sociali e le norme di genere entro i prossimi anni. Secondo quanto spiegato dalla ricercatrice Martie Haselton, “le gravidanze pianificate diminuiranno in risposta alla crisi sanitaria globale e a quella economica. Le persone rinvieranno il matrimonio e tenderanno a rimandare la maternità, e questo porterà la popolazione di alcune nazioni a ridursi notevolmente. Il calo dei tassi di natalità avrà un effetto a cascata sulla società e sull’economia, influenzando le opportunità lavorative e il sostegno della popolazione più anziana”.

Dalle previsioni poste in analisi dal team, la pandemia ha chiaramente spinto verso un tipo di vita sociale basato su internet e sui social network – più di quanto non venisse effettuato finora. Tuttavia, spiegano gli esperti, le coppie che si sono conosciute tramite social, potrebbero rimanere deluse vedendosi per la prima volta. Questo sarebbe causato anche dalla pressione sociale che vige nel mondo digitale, dove tutto appare perfetto anche quando, nella realtà, di perfetto non c’è nulla. L’idealizzazione della vita altrui così come anche dei potenziali partner, allora, potrebbe portare la relazione a scontrarsi con la realtà.

smart working
foto di repertorio

“Tutto ciò potrebbe portare le persone a restare single più a lungo. Un altro fattore interessante è che, a differenza di quanto accaduto a volte in passato, questa pandemia non sta favorendo un aumento della compassione o dell’empatia, anzi, abbiamo notato che le donne, già precedentemente più stressate, hanno sperimentato le conseguenze più ingenti della situazione, assumendosi responsabilità eccessive a causa dei lockdown e della chiusura delle scuole”, spiega ancora Haselton.


POTREBBE INTERESSARTI ANCHE


“Su larga scala, questo potrebbe portare a una retrocessione verso le norme di genere tradizionali e a ulteriori passi verso il conservatorismo sociale. La disuguaglianza economica potrebbe persino portare diverse donne a sessualizzarsi per competere per uomini desiderabili. […] In un ambiente in cui già esistono discrepanze di diverso tipo, la pandemia sta evidenziando le debolezze della nostra società”.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Infine – conclude poi la ricercatrice – lo stesso rimanere chiusi in casa e passare conseguentemente meno tempo all’aperto potrà avere effetti negativi anche sulla nostra salute. In effetti, spiega ancora l’esperta, le politiche di distanziamento sociale potranno impedire il corretto sviluppo del sistema immunitario nei giovani e nei bambini, che avrebbero dovuto invece sperimentare il contatto con il mondo e con i milioni di microbi che lo popolano.