Rubano migliaia di cartelle cliniche e pretendono un riscatto

Rubano migliaia di cartelle cliniche e pretendono un riscatto per non rivelare l’identità di chi è in cura per problemi mentali

Rubano migliaia di cartelle cliniche e pretendono un riscatto

La polizia finlandese sta indagando sul furto di migliaia di cartelle cliniche della società privata Vastaamo, che in Finlandia conta 25 centri di psicoterapia. Migliaia di pazienti, dopo aver subìto il furto delle proprie cartelle cliniche hanno ricevuto richiesta di riscatto dai ladri. Riscatto che consisteva nella richiesta di denaro in cambio di non diffondere le conversazioni con i propri terapeuti. Il governo finlandese si sta muovendo per prendere provvedimenti in merito a questa incresciosa situazione.

Leggi anche:—->Covid, arriva l’autodiagnosi: tra 2 settimane primi test fai da te

Leggi anche:—>Coppia di medici contrae Covid in ospedale: Gustavo e Adriana morti a una settimana di distanza

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Purtroppo alcuni file sono già online a causa dei pirati informatici. La polizia ha aperto un’indagine dopo le denunce di migliaia di pazienti, ai quali sono giunti messaggi di posta elettronica in cui i ladri pretendevano un riscatto di 200 euro in bitcoin, altrimenti avrebbero diffuso i file delle sedute con i vari terapeuti.

È assolutamente chiaro che, giustamente, la gente sia preoccupata non solo per la propria sicurezza e salute, ma anche per quella dei loro congiunti” ha detto il ministro dell’Interno, Maria Ohisalo.

Indaghiamo tra gli altri reati per quelli di attentato alla sicurezza ed estorsione aggravata“, ha spiegato Robin Lardot, responsabile polizia giudiziaria finlandese. Secondo Lardot, il numero di pazienti vittime di tale ricatto potrebbe superare dieci migliaia di persone. La società Vastaamo ha fatto sapere di essere “estremamente desolata” per la situazione che si sta verificando mentre alcuni esperti parlano di fuga di dati insolita nel Paese.