Coronavirus, il volontario più giovane per il vaccino è piccolissimo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:02

Un’età davvero insolita per diventare volontario per il vacciso coronavirus: ecco la storia di Abhinav, un bambino americano.

Coronavirus, il volontario più giovane per il vaccino è piccolissimo – meteoweek

Abhinav ha 12 anni viene dall’Ohio e ha preso una decisione importante: vuole sostenere la ricerca. Sarà uno dei volontari che proveranno il vaccino per il coronavirus. Pochi giorni fa ha ricevuto la sua prima iniezione presso il Cincinnati Children’s Hospital Medical Center, rendendolo tra i più giovani partecipanti al mondo a prendere parte a una sperimentazione sul vaccino Covid-19. Secondo alcune fonti americane, addirittura è il più giovane in assoluto di cui si sia venuto a conoscenza fino ad oggi.

Quando Abhinav ha saputo che era partita la sperimentazione sul vaccino e che una ditta vicino alla sua città natale stava arruolando bambini, ha voluto farne parte: «Ero un po’ nervoso per i prelievi di sangue, perché ne avevo fatto uno circa cinque anni fa e non era stato così bello», ha raccontato alla “Nbc News”. Tuttavia, ha deciso di arruolarsi nell’esperimento gestito dalla Pfizer Inc. «Penso che potrei aiutare il mondo e che questa sperimentazione potrebbe anche aiutare gli scienziati a saperne di più sul coronavirus», ha detto Abhinav. Un grande passo per la ricerca.

Leggi anche -> “C’è il Covid, niente chemio”: così è morta Kelly Smith

Leggi anche -> Covid, tutti positivi i carabinieri in servizio nella zona rossa di Mezzojuso

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Gli Stati Uniti hanno registrato 75.468 nuovi contagi e 1.000 vittime per Covid nelle ultime 24 ore. Secondo i calcoli della Johns Hopkins University, il totale dei casi positivi sale così a quota 8.848.875, mentre i decessi toccano quota 227.604. Un dramma che racconta il futuro incerto di una nazione che a breve andrà anche a votare, con tutto ciò che questa decisione comporta. L’Argentina ha registrato nelle ultime 24 ore altri 345 morti legati alla pandemia da coronavirus, raggiungendo quota 30.071. E’ quanto emerge dall’ultimo rapporto delle autorità sanitarie a Buenos Aires.   Nello stesso tempo i casi positivi sono stati 13.924,elevando a 1.130.533 il bilancio dei contagiati di otto mesi di emergenza Covid-19. Il Brasile ha superato i 158mila decessi causati dal coronavirus, con una media giornaliera (calcolata su sette giorni) in calo di oltre il 10%, mentre cresce il numero medio di contagi. Lo riportano le segreterie sanitarie dei governi statali, che segnalano 499 morti tra martedì e ieri. Il dato porta il bilancio complessivo delle vittime a quota 158.480. Il totale dei contagi, intanto, ha raggiuto quota 5.469.755, inclusi i 28.852 nuovi casi segnalati nelle ultime 24 ore. Sempre qui, però, è stato annunciato l’imminente arrivo di un numero consistente di dosi di vaccino. A dirlo è il governatore di San Paolo, Joao Doria: saranno sei milioni le dosi provenienti dalla Cina, prodotto dal laboratorio cinese Sinovac. Ci saranno nuovi giovani volontari come Abhinav? E’ dunque questo il futuro che stiamo lasciando ai nostri figli?