Donna picchia compagno con pugni e schiaffi di fronte alla figlia

Donna picchia compagno con pugni e schiaffi di fronte alla figlia. E poi giura di ammazzare la figlia piuttosto che lasciarla con lui

Donna picchia compagno con pugni e schiaffi di fronte alla figlia (Meteoweek.com)

Pugni, insulti, schiaffi e graffi contro il compagno. “Ti faccio andare tutto a rotoli, te lo giuro che ti rovino”, erano solo alcune delle frasi che la donna ha detto all’uomo negli ultimi 3 anni, atteggiamenti che hanno raggiunto il culmine quando la loro figlia aveva un po’ più di 2 anni. Dunque, in questa storia di vessazioni, le vittime sono il compagno e la bimba. La donna è finita sotto processo per maltrattamenti in famiglia.

Ieri l’udienza, probabilmente decisiva, ha subìto un rinvio perché i testimoni non si sono presentati e se ne parlerà la prossima primavera. Un grosso dolore per la bimba che non comprende perché la madre non si comporti bene con lei.

Donna violenta con il compagno: la vicenda

Donna violenta con compagno-Meteoweek.com

L’imputata è una donna straniera di 28 anni, che apparentemente ha un comportamento normale ma secondo gli psicologi, ha un tipico atteggiamento di una persona bipolare. E il compagno, avendone abbastanza di quei suoi comportamenti, alla fine si è trovato costretto a denunciarla. Tutto è cominciato nel 2015 quando la coppia, lui italiano e lei della repubblica ex sovietica, si conoscono, si innamorano e vanno a convivere.

All’inizio andava tutto bene, poi l’uomo comincia a notare strani atteggiamenti della donna, nel frattempo incinta. Era diventata intollerante e irascibile. L’uomo credeva fosse dovuto all’essere incinta ma una volta nata la piccola le cose peggiorano. Lei manifesta continui sbalzi d’umore: è intollerante di fronte ai bisogni della bambina e diventa violenta. Tutto ciò continua per circa due anni, con le discussioni frequenti che si trasformano in veri episodi di violenza. Basta che la bimba pianga per far esplodere la sua rabbia.

Leggi anche:—>Coronavirus, cos’è il “lockdown light” su modello tedesco

Leggi anche:—>“Chi offende Maometto deve morire”: Macron nel mirino di Al Qaida

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Il 25 ottobre 2018 la goccia che fa traboccare il vaso. La coppia è in macchina, scoppia una lite e lei lo aggredisce fisicamente. Lo strattona al punto che l’uomo è costretto a fermare l’auto, con la bambina che assiste inerme dal sedile posteriore. Lo colpisce con pugni e graffi e infine la minaccia: “Io la bambina te la porto via, piuttosto che lasciarla con te io l’ammazzo“.