Uccide il fidanzato della figlia e lo sotterra: la confessione

Per un anno Vladimir Melnikov, pensionato di 63 anni, è riuscito a tenere sepolto sotto una colata di cemento nel garage della sua casa nel villaggio di Pervomayskoye, nella regione russa di Leningrado, il cadere del fidanzato della figlia. Dopo un anno la confessione.

meteoweek

Il padre della ragazza ha ucciso Vadim Tamkovich, il fidanzato 26enne della figlia Zhanna, 35 anni, e ha sotterrato il cadavere in garage ricoprendolo con il cemento. L’omicidio è avvenuto l’anno scorso e per mesi la polizia e la famiglia hanno cercato il ragazzo, senza trovare prove della scomparsa. Anche Vladimir, per non alimentare sospetti, si era unito alla ricerche che, però, non avevano portato ad alcuna conclusione. Eppure per gli agenti qualcosa doveva essere successo e non molto lontano dalla casa di famiglia della ragazza. E così, all’ennesimo interrogatorio, Vladimir è crollato confessando di aver ucciso il ragazzo che, secondo lui, aveva abusato più volte della figlia all’interno della sua casa.


Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek


“Pensavo volesse colpirmi in faccia. Gli ho puntato la pistola e l’ho visto crollare sul pavimento del garage. Ho lasciato il cadavere lì per un giorno, poi l’indomani mi sono messo a scavare nel pavimento. Ho buttato il cadavere nel fosso e l’ho coperto con il cemento”, ha confessato dopo un anno alla polizia locale.


Leggi anche:—>Donna picchia compagno con pugni e schiaffi di fronte alla figlia

Leggi anche:—>Bollettino coronavirus 3 novembre, l’allarme dei medici: la situazione è fuori controllo


 

Dopo il racconto del padre i parenti della vittima sono sempre più convinti che nel piccolo villaggio tutti sapessero cosa fosse accaduto a Vadimi. Un cugino della vittima intervistato da Ren Tv, ha raccontato che Zhanna aveva iniziato a uscire con il migliore amico del ragazzo poco dopo la sua morte: “Lei sapeva, è ovvio, lo sapevano tutti. Ha iniziato a dare via i suoi effetti personali dopo una settimana. Dopo che è scomparso, hanno usato la sua carta di credito”. Tuttavia nessuna accusa è stata mossa contro la famiglia ma Vladimir, sarà processato per omicidio.