Boris Johnson torna in isolamento: torna l’allarme Covid

ULTIMO AGGIORNAMENTO 7:34

Boris Johnson si trova attualmente in isolamento domiciliare. Sarebbe entrato in contatto negli ultimi giorni con un soggetto, risultato poi positivo al Covid. In primavera aveva contratto il virus ed era stato ricoverato in ospedale.

Boris-Johnson-meteoweek
Boris Johnson ripiomba nella paura – meteoweek.com

Boris Johnson piomba ancora una volta nella pura causata dalla diffusione del Covid. Il primo ministro del Regno Unito, infatti, è finito in isolamento domiciliare nelle ultime ore. In tutta la nazione si è innescata un po’ di paura, anche perchè il premier ha affrontato giorni difficili durante la scorsa primavera. Ma almeno in questo caso, si tratta semplicemente di un atto di precauzione da parte di Boris Johnson, anche per via di quanto è accaduto nel recente passato. Così il leader dei conservatori ha deciso di chiudersi in casa per qualche giorno.

La notizia dell’isolamento domiciliare del primo ministro è arrivata dal suo portavoce. Esso ha infatti svelato che il capo del Governo britannico ha optato per la permanenza in casa, dopo essere entrato recentemente a contatto con un soggetto, che è poi risultato positivo al tampone. Motivo per cui Boris Johnson ha deciso di attenersi ai protocolli stabiliti in Regno Unito, optando dunque per l’isolamento domiciliare fiduciario. Ovviamente il tutto in attesa che trascorrano i giorni necessari, prima di effettuare il tampone e scoprire se ha contratto ancora una volta il Covid.

Boris Johnson proseguirà il suo lavoro da casa – meteoweek.com

Leggi anche -> L’epidemia in Gran Bretagna: superati i 50mila decessi

Leggi anche -> Rischio terrorismo in Gran Bretagna: viene sollevato il livello di allarme

In ogni caso, il portavoce ha fatto sapere che il primo ministro sta bene e non ha fatto emergere alcun sintomo che possa lasciar pensare a una nuova positività al Covid. Stando a quanto è stato rivelato dalla fonte interna al Governo, Boris Johnson porterà avanti il proprio lavoro dalla sua residenza di Downing Street, nonostante non possa uscire per recarsi in Parlamento. Il lavoro in questo momento è particolarmente intenso, “in particolare per guidare la risposta governativa alla pandemia da coronavirus“, come rivela sempre il portavoce.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Ricordiamo che Boris Johnson ha già attraversato un periodo molto delicato, causato anche in questo caso dalla presenza del Covid-19. Il primo ministro del Regno Unito ha contratto il coronavirus alla fine del mese di marzo, dopo aver fatto discutere per alcune posizioni assunte sull’argomento. Johnson fu costretto anche al ricovero per qualche giorno, in una clinica nei pressi di Londra. Per un breve periodo finì anche in terapia intensiva, prima di notare un evidente miglioramento delle sue condizioni prima di poter essere dimesso e riprendere il suo lavoro.