Il turismo ed il virus: dal 2021 viaggerà solo chi avrà fatto il vaccino?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:49

È questo lo scenario che si sta configurando per il futuro del turismo e dei voli aerei? I vaccini sono ormai alla loro fase conclusiva.

in aereo solo con il vaccino

È proprio questo lo scenario che si sta aprendo, soprattutto nelle ultime settimane, alla luce dei risultati degli ultimi vaccini: Pfizer, Moderna e il CoronaVac. I vaccini stanno concludendo la fase 3 della sperimentazione, poi scatterà nei vari Paesi la vaccinazione di massa. In base ad alcune ricerche, i volumi di traffico precedenti al Covid, torneranno solo nel 2025, mentre l’amministratore delegato di Ryanair è più ottimista, secondo lui la ripresa sarà più rapida, già nel 2022, proprio grazie ai vaccini.

L’attuale situazione

Attualmente, le soluzioni sono due: la quarantena all’arrivo, opzione a cui ricorrono molte nazioni o il tampone rapido, sempre all’arrivo nel Paese di destinazione, o anche alle partenze, prima dell’imbarco, come già sperimentato.

L’Italia è stata pioniera in questa senso, lanciando i voli ‘Covid free’, con il test rapido all’imbarco. A Fiumicino, su alcuni dei voli Alitalia tra Roma e Milano, è stato applicato un progetto dello Spallanzani. Questa strada è stata intrapresa anche da altre nazioni: ieri, a London Heathrow è atterrato il primo volo intercontinentale “Covid free”, lo United Airlines 14, decollato da New York (Newark). Prima dell’imbarco è stato effettuato a tutti i passeggeri del volo il tampone rapido.

in aereo solo con il vaccino

Voli Covid free

Il popolare giornalista Richard Quest, (malato in passato di Covid-19) sul sito della Cnn ha parlato del suo viaggio sullo United Airlines 14: «Il test non è affatto invadente. Il medico incaricato mi ha spiegato che il tampone non ha bisogno di andare oltre i passaggi nasali per rilevare Covid. Il tutto richiede circa 15 minuti in totale, poi si ottiene i risultati stampati che ti vengono consegnati. Questo sembra essere l’unico modo per andare avanti. Si tratta di dare ai passeggeri una maggiore fiducia per tornare a viaggiare».


LEGGI ANCHE:


I tamponi per evitare la quarantena

«Il progetto – ha spiegato il direttore dello Spallanzani, Francesco Vaia – è quello di attivare dei voli Roma-New York con i tamponi rapidi all’imbarco, ma in cambio al passeggero dovrà essere offerta la possibilità di evitare la quarantena».