Aspi, M5s Liguria vuole la revoca: “Governo interrompa la concessione”

Le trattative tra il governo e Aspi sembrano a un punto di stallo, i portavoce del M5s Liguria non ci stanno: vogliono la revoca.

Aspi, M5s Liguria vuole la revoca: "Governo interrompa la concessione" - www.meteoweek.com
Aspi, M5s Liguria vuole la revoca: “Governo interrompa la concessione” – www.meteoweek.com

“L’ulteriore protrarsi della trattativa (tra Autostrade per l’Italia e l’esecutivo, ndr) porrebbe a repentaglio la credibilità del Governo”. Così hanno scritto i portavoce del Movimento 5 Stelle Liguria in una congiunta indirizzata alla ministra dei Trasporti, Paola Micheli, e al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte. Le trattative sembrano essere a un punto di stallo, ma i pentastellati liguri non ci stanno: vogliono la revoca della concessione.

La richiesta del M5s Liguria

La richiesta avanzata al governo è “di prendere atto dell’ulteriore prova di inattendibilità del concessionario”, Aspi appunto, “e di procedere senza ulteriore indugio nel portare a compimento il procedimento per la revoca della concessione. Il dibattito va avanti da due anni, dalla tragedia del crollo nell’agosto del 2018. In un primo momento sembrava sicuro che la concessione sarebbe stata subito revocata, dal momento che la società competente non aveva eseguito le manutenzioni ordinarie e straordinarie. Nel corso dei mesi tuttavia si sono susseguiti ultimatum, richieste, trattative, e non si è ancora riusciti ad arrivare a un punto.

L’iter della trattativa

All’inizio dello scorso ottobre il governo ha congelato ancora una volta la revoca, per riaprire la trattativa su Aspi. Al momento la scadenza della società per presentare un’offerta più articolata è fissata al 30 novembre, anche se condizionata da un accordo con il Mit (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti). “O si chiude entro quest’anno questa vicenda o si procede con la revoca, l’atto di revoca è ancora sul tavolo del presidente del Consiglio, non si è mai estinto e rimane lì dormiente”, aveva detto a metà novembre Giancarlo Cancelleri, vice ministro Infrastrutture e Trasporti.

Leggi anche: Roma, tornano all’Ater i locali occupati dalla sede di Forza Nuova [VIDEO]

Un’attesa troppo lunga

Ma i portavoce del M5s Liguria non possono più aspettare. “Dal giorno del crollo del Ponte Morandi, il gruppo ligure del Movimento 5 Stelle ha aspettato con pazienza e fiducia l’estromissione dei Benetton dall’assetto proprietario di Aspi spa”, hanno scritto ancora della nota. E hanno continuato: “Tale estromissione, conseguente agli inadempimenti del concessionario, è stata più volte preannunciata dal Governo come conclusione del procedimento amministrativo per la revoca della concessione, avviato nel 2018 e tuttora pendente, o come esito dell’accordo transattivo preliminare raggiunto a luglio 2020″.

Leggi anche: Trasporto pubblico: “Capienza al 50% rispettata? Un paradosso” [VIDEO]

La credibilità del governo

È proprio quest’attesa esagerata nel prendere una decisione, dunque, che potrebbe minare la credibilità del governo secondo i grillini. “Essendo ormai trascorsi due anni e quattro mesi dal tragico evento – si legge nella nota in conclusione – riteniamo che il ritardo nel perfezionamento dell’accordo non possa che sottendere la volontà dilatoria da parte di Aspi e che, pertanto, l’ulteriore protrarsi della trattativa porrebbe a repentaglio la credibilità del Governo”.

Aspi, M5s Liguria vuole la revoca: "Governo interrompa la concessione" - www.meteoweek.com
Aspi, M5s Liguria vuole la revoca: “Governo interrompa la concessione” – www.meteoweek.com