Raffaella Carrà: “Maradona in carcere per colpa mia”

Anche Raffaella Carrà ha parlato dei tanti ricordi che la legano al grande e compianto Maradona. Ecco qual’è uno tra questi.

Tra Diego Armando Maradona e la Carrà c’è stata infatti una profonda e duratura amicizia. A dimostrarlo sono state le tantissime volte in cui Raffaella ha invitato il calciatore a partecipare alle sue trasmissioni televisive.

Cos’ha detto dunque Raffaella Carrà sul nostro amato Maradona? Scopriamolo insieme.

Raffaella Carrà parla di Diego Armando Maradona: “Lui tentò comunque di entrare per ascoltarmi”

Raffaella Carrà ha parlato di quello che la legava al grandissimo Diego Armando Maradona, a cui la showgirl era davvero molto legata.

Leggi anche —-> Diego Armando Maradona e Freddie Mercury, amici per la…maglia!

In un’intervista rilasciata per ‘Il Messaggero‘, Raffaella ha infatti raccontato com’è nata la loro amicizia. “L’ho conosciuto in Italia quando lo invitavo ai miei programmi”, ha detto la Carrà, “ma la prima volta è venuto lui da me ed è pure finito in prigione. Io cantavo in una grande arena a Buenos Aires. Era il 1979. Lui avrà avuto 18 anni. L’arena era piena, non c’era più posto, ma lui tentò comunque di entrare per ascoltarmi. Disse ai poliziotti: ‘Non sapete chi sono io!‘. Lessi questa storia il giorno dopo sul Clarin. Per colpa mia Diego aveva passato la notte in guardina“.

Da quel giorno così turbolento, è nato così un legame che sarebbe durato anni e che proseguiva tutt’ora. Successivamente, Raffaella Carrà ha infatti invitato più volte Diego Armando Maradona nelle sue trasmissioni italiane. La più importante delle sue ospitate è stata senz’altro quella del 1998 a ‘Carramba!‘, in cui Maradona incontrò i suoi compagni del Napoli con cui aveva vinto lo scudetto.

Raffaella Carrà e Diego Armando Maradona: un’amicizia durata anni

Durante la stessa intervista, Raffaella Carrà ha poi continuato a parlare di Maradona raccontando altri aneddoti ed episodi importanti.

Leggi anche —-> Maradona, Laura Pausini: “Fa più notizia la sua morte che la violenza sulle donne”

Da molto io e Diego non ci sentivamo“, ha confessato la famosa showgirl, “A fine ottobre un amico dalla Spagna mi ha chiesto se volevo inviargli un video per il suo compleanno. Di solito non mi piace fare queste cose, ma per lui l’ho fatto. Ho indossato la maglietta dell’Argentina che lui mi aveva regalato e gli ho mandato gli auguri. E’ stato come averlo salutato“.

E ancora: “Sono commossa dalla reazione di Napoli. E’ straordinario vedere l’amore della città verso di lui. Per i napoletano Diego non è morto, resta nel loro Dna, sarà per sempre vivo, per i figli dei figli. Lui ha amato Napoli tantissimo e si è fatto amare. Mi raccontava che quando abitava in città con Claudia e le bambine, anche se viveva a un piano alto, c’era sempre qualcuno che cercava di arrampicarsi per salutarlo. Aveva sempre fans intorno, ma lui non si arrabbiava“.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Raffaella Carrà ha infine concluso: “Era sorpreso di questo amore pazzesco. Ammiro Napoli per l’amore che sa dare: un amore che non svanirà mai“.