Categorie
News

SPAL, Marino: “Contro il Lecce la vittoria più importante, Thiam una sicurezza”

La vittoria della SPAL contro il Lecce galvanizza i ragazzi di Marino, che ormai da tre gare non riuscivano più a trovare la vittoria. Il tecnico esalta tutti i 27 della rosa e dichiara di non voler fare cessioni o acquisti sul mercato per il momento.

SPAL, l'allenatore Pasquale Marino (foto © SPAL)
SPAL, l’allenatore Pasquale Marino (foto © SPAL)

La SPAL di Pasquale Marino ha finalmente ritrovato la vittoria in campo contro il Lecce. In conferenza stampa, il tecnico accompagnato dal difensore Ranieri racconta: “Sono soddisfatto di tutta la prestazione della squadra, abbiamo fatto una partita di sacrificio contro avversari molto forti. Mi è piaciuto l’apporto del reparto offensivo perché abbiamo creato qualche buona opportunità. Per quanto riguarda la difesa è stato molto bravo Thiam a salvare il risultato in alcune circostanze. Ci sono stati infatti alcuni errori nello sviluppo della manovra e loro sono stati bravi ad approfittarne, ma noi ci siamo riorganizzati nell’intervallo per ripartire discretamente nella ripresa“.

Dopo l’infortunio di Erit Berisha, il primo portiere, Demba Thiam è diventata una presenza fissa dfra i pali. Marino non è sorpreso della buona prestazione del senegalese e conferma: “Sta facendo bene fin dalle amichevoli. Non ho ansia o problemi riguardo il portiere. Berisha è un grandissimo estremo difensore, ma anche Thiam è molto forte: abbiamo anche Minelli e Gomis, diciamo che la porta è chiusa. In quel ruolo siamo molto contenti“.


Leggi anche:


Riguardo le poche presenze che stanno collezionando Sebastiano Esposito ed Enrico Brignola, Marino cerca di spegnere le polemiche. Il tecnico spiega: “Ne devo far giocare undici, davanti siamo in otto-nove. Devo quindi fare delle scelte e in questo momento sta facendo bene chi sta giocando. Devo fare delle valutazioni, anche a centrocampo ci sono questi problemi. Siamo in 27 in rosa, c’è sempre chi gioca di più e chi gioca meno. Ranieri, ad esempio, ha giocato dall’inizio oggi perchè dà dei valori importanti alla difesa. Non ci sono guai con nessuno, tutti si impegnano a dovere negli allenamenti ma qualche sacrificato deve esserci per forza di cose“.

Dal momento che Di Francesco non è ancora in perfetta forma fisica, Marino ha rivelato di aver preferito schierare Valoti e Castro dietro alla punta. Di solito il Lecce gioca con il centrocampo a rombo ed il tecnico della SPAL ha di conseguenza organizzato il suo centrocampo tenendo presente le caratteristiche avversarie. I salentini, però, hanno inaspettatamente cambiato modulo e tattiche di gioco. L’allenatore Estense non è rimasto spiazzato: “Abbiamo avuto qualche soffiata sul possibile 3-5-2 del Lecce. È successo solo pochi minuti prima della partita e dunque non ci siamo potuti adattare. Non ci hanno colti di sorpresa, non è stato un problema particolare“.

Marino spiega perchè la vittoria contro il Lecce è per lui la più importante da quando è arrivato in squadra: “È importante soprattutto perché arrivavamo da tre gare senza vittorie. Abbiamo perso punti nelle ultime due partite pareggiate, questo successo ci voleva per interrompere la striscia e ridare il giusto entusiasmo ai ragazzi“. Soprattutto dopo la performance dei suoi in campo contro i salentini, Marino sconfessa qualsiasi voce che vuole la SPAL attiva sul mercato: “In questo momento siamo un buon gruppo, non penso proprio a questa ipotesi. Le valutazioni si faranno più avanti, ma per ora non ho niente da chiedere perché i ragazzi stanno dando tutto“.