Campagna vaccini al via, De Luca: “Criteri seri, non da mercato nero”

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca: “Voto 9 ai cittadini campani per il comportamento e il rispetto delle regole”

de-luca-vaccino-covid

“Questa è una giornata simbolica, ma quando inizia la vaccinazione di massa dei cittadini ci vogliono criteri seri, rapportati alla popolazione, ogni altro criterio sarebbe da mercato nero”. Lo ha dichiarato il governatore della Campania Vincenzo De Luca a margine del Vax Day all’ospedale Cotugno di Napoli di questa mattina.

Nei giorni scorsi il presidente campano aveva criticato il numero di dosi assegnate in prima battuta alla sua regione. “Quando a metà gennaio comincerà la vaccinazione per tutti, pretenderemo la distribuzione del vaccino alle regioni proporzionale alla popolazione residente, niente di più o niente meno”.

Stamani, il primo dei vaccinati all’ospedale Cotugno è stato l’infettivologo Rodolfo Punzi. Il nosocomio napoletano è tra i luoghi simbolo in città della lotta al Covid, nonché presidio vaccinale per tutta l’azienda ospedaliera dei Colli. Prima del via alle somministrazioni, De Luca ha incontrato i sanitari prenotati per ricevere il vaccino Pfizer-Biontech. Le operazioni proseguono ora nei cinque box allestiti in una tenda all’esterno del Cotugno.

“Nove in comportamento ai campani”

De Luca ha inoltre aggiunto che “ai cittadini campani do nove come voto di comportamento, non era facile mantenere questa situazione di rispetto delle regole vista qualche vecchia abitudine alla scapigliatura, al non eccessivo senso civico, e invece meritano nove”.

de-luca-vaccino-covid
Vincenzo De Luca

“Il punto che manca per il dieci dipende dagli imbecilli che hanno fatto quella sceneggiata notturna a Ercolano, e a qualche altra iniziativa incomprensibile. Purtroppo questa situazione difficile ci disumanizza, non abbiamo abbracciato i nipotini a Natale. Ma doveva essere così e anzi non ho capito tante deroghe: si fa la zona rossa e poi si può andare dall’amico, dallo zio, dal nonno, con i bambini sotto i 14 anni, si può andare una sola volta ma nessuno lo controlla. Troppe decisioni, cose barocche da risparmiarsi. Ma oggi al bando le valutazioni critiche, è una bella, splendida giornata”.

LEGGI ANCHE: Il ministro Di Maio: “Farò il vaccino, è l’unica arma contro il virus”

“Lavoriamo come la Germania”

E sul numero di dosi afferma: “Sono arrivati con un camioncino 9700 vaccini in Italia, ho visto che in Francia ne hanno avuti oltre il doppio, onore a loro. Io volevo stamattina verificare che arrivassero alle otto in punto i vaccini all’ospedale del Mare e cominciasse la distribuzione in tutti i territori regionali e mi hanno confermato che sono partiti in orario da lì per Caserta, Avellino, Benevento e Salerno e per gli altri ospedali napoletani”.

LEGGI ANCHE: Vax Day, iniziata la campagna vaccinale allo Spallanzani di Roma

“Volevamo cominciare alle dieci e così è stato, mi piacerebbe che arrivasse all’Italia l’immagine di una Campania che lavora alla tedesca“, ha concluso De Luca.