Germania, la denuncia: estratti a sorte gli anziani da vaccinare

Il racconto dellʼex segretario di Stato alla Sanità, Lutz Stoppe, sulla vicenda della madre 88enne che vive in una struttura per anziani a Francoforte

germania anziani estratti a sorte per vaccino
Credit: AP

Una vera e propria lotteria per decidere quale chi vaccinare e chi no tra gli anziani. Così alcune case di riposo in Germania avrebbero deciso di far fronte alla carenza di dosi del siero anti-Covid, scatenando una pioggia di critiche. A lanciare l’allarme è stato l’ex segretario di Stato alla Sanità, Lutz Stoppe, che ha raccontato la vicenda di sua madre di 88 anni che “vive in una struttura per anziani a Francoforte”. E aggiunge: “Descrivere i miei sentimenti è proibito dall’etichetta”.

“La vaccinazione contro il Covid è iniziata questa settimana – racconta Stoppe -. Le dosi non sono sufficienti, ora verrà estratto a sorte chi potrà essere vaccinato per primo”. Un’accusa molto diretta che ha scatenato centinaia di commenti sui social, dai quali emergere che quello della casa di cura che ospita l’anziana madre non sarebbe l’unico caso.

germania anziani estratti a sorte per vaccino

LEGGI ANCHE: Vaccino Covid, poche le seconde dosi: Londra pensa a un mix

“Casa di riposo in Baviera – scrive un utente -. Circa 30 anziani stanno insieme in una stanza e aspettano informazioni su chi verrà vaccinato e quando. Dovrebbe andare per cognome, ma dalla M in poi non c’è più un vaccino”.

LEGGI ANCHE: Covid, polemica in Francia: solo 332 vaccinati in cinque giorni

Tra i post anche quello del presidente della commissione Sanità del Bundestag, Erwin Ruddel, che scaglia l’accusa più dura. “In altre strutture – dice – viene somministrato arbitrariamente dalle squadre di vaccinazione a persone che non rientrano nei parametri di priorità. I Paesi devono essere all’altezza delle loro responsabilità”.