Sciatore italiano muore travolto da una valanga in Savoia

Lo sciatore era disperso da mercoledì, è stato trovato questa mattina sepolto nella neve a Courchevel, in Francia, sulle montagne della Savoia.

Lo hanno riferito all’Afp i servizi di soccorso alpino. Il 40enne era partito mercoledì nell’area della stazione sciistica per un’escursione di sci alpinismo, ed è stato travolto e ucciso da una valanga. La vittima, che da tempo risiede nella regione francese, avrebbe dovuto recarsi ieri a prendere il figlio alle 16; dopo alcune ore è stata segnalata la sua scomparsa alle autorità competenti di Bourg-Saint-Maurice, che hanno avviato un’indagine. Le ricerche sono proseguite anche per parte della notte, il corpo dell’italiano è stato infine ritrovato questa mattina a 2.200 metri. Era sepolto nella neve nei pressi della ski area.

LEGGI ANCHE: Travolto dalla valanga: ritrovato il corpo senza vita di Etienne Bernard

Rischio valanghe è 4 su scala di 5

Si tratta della prima vittima di valanghe della stagione in questa zona. “Dopo l’ultima nevicata e con il vento, il manto nevoso è particolarmente instabile. Il rischio valanghe è 4 su una scala di 5″, ha detto Patrice Ribes, comandante della gendarmeria d’alta montagna di Bourg-Saint-Maurice, chiedendo “la massima cautela”.