Travolto dalla valanga: ritrovato il corpo senza vita di Etienne Bernard

Etienne Bernard

E’ arrivata intorno alle 14 la tragica notizia della morte di Etienne Bernard. Lo scialpinista di 27 anni, disperso da ieri sul gruppo del Sella, è stato ritrovato privo di vita. Il suo corpo si trovava sotto una valanga in fondo al canale Torre Roma, al confine tra Trentino e Veneto. Sono ancora da chiarire le dinamiche dell’incidente.

Le ricerche

La valanga che avrebbe travolto la giovane guida alpina è stata individuata nella notte. Le avverse condizioni meteo non sono state d’aiuto per le ricerche di Etienne Bernard. Poco prima delle 12, però, un leggero miglioramento ha fatto sì che si potesse fare una prima bonifica della valanga dall’alto attraverso l’Artva dell’elicottero do Trentino Emergenze. L‘esito del sorvolo è stato negativo e, rientrato al passo Pordoi, sono state imbarcate a rotazione due unità cinofile e sei operatori della Stazione Alta Fassa e Centro Fassa.

LEGGI ANCHE: Rocco Palmieri, carabiniere libero dal servizio, muore stritolato dal trattore

Il ritrovamento

Etienne Bernard

LEGGI ANCHE: Violenza sessuale su minorenni, arrestati tre imprenditori del settore moda

Dopo aver effettuato una bonifica con l’aiuto di cani, dell’Artva, sonde e con il dispositivo Recco, i soccorritori hanno individuato il corpo del ragazzo intorno alle ore 14. L’equipe medica giunta sul posto altro non ha potuto fare che dichiarare il decesso del 27enne. Il corpo è stato trasferito nella camera mortuaria di Canazei. Etienne Bernard, originario di Campitello, era un maestro di sci, esperto climber e guida alpina. Il ragazzo era molto conosciuto nella zona, la sua morte ha generato sgomento e dolore tra i suoi amici e conoscenti. Lascia la sua fidanzata, la quale è stata la prima a lanciare l’allarme vedendolo tardare all’appuntamento, e la sua famiglia.