Omicidio Caruana: Muscat si dichiara colpevole. Condannato a 15 anni di carcere

Daphne Galizia Caruana, la giornalista uccisa nel 2017 a Malta

A circa quattro anni di distanza arriva una svolta nel caso Caruana, la giornalista uccisacon una autobomba a Malta il 16 ottobre 2017. Dei tre uomini accusati di essere i responsabili dell’omicidio, uno solo, Vincent Muscat conosciuto con il nome di “Il-Kohhu”, si è dichiarato colpevole. È stato per questo motivo condannato a 15 anni di carcere. Pena patteggiata con l’ufficio del procuratore generale. A lui spetterà anche il pagamento delle spese giudiziarie che si aggirano attorno a 42.000 euro. .

LEGGI ANCHE: La presidenza del Congo: “Attanasio e Iacovacci uccisi dai rapitori”

I suoi due complici, presenti, erano seduti vicino a lui e non si sono espressi in merito. Le informazioni fornite da Muscat hanno permesso di procedere con l’arresto di tre uomini che avrebbero fornito l’ordigno utilizzato per assassinare Daphne Galizia Caruana.