Cinque cose che potresti avere in casa e che potrebbero valere una fortuna

Sono proprio le nostre case a potersi rivelare dei luoghi custodi di grandi patrimoni. Noi stessi potremmo essere in possesso di oggetti obsoleti o che, ormai, non usiamo più senza conoscerne il loro valore. Prima di disfarcene, impariamo a riconoscere se sono oggetti preziosi. 

Album Panini – meteoweek

Soprattutto durante questo anno in pandemia e di lock down, la maggior parte del nostro tempo la trascorriamo in casa ed è proprio nelle nostre dimore che, senza saperlo, potremmo ogni giorno avere a che fare con oggetti che hanno un grande valore e noi non lo sappiamo.

Per questo motivo è fondamentale riconoscere quali sono gli oggetti che, sicuramente, ognuno di noi ha in casa e prima di sbarazzarcene, riconoscerne il valore per guadagnarne qualcosa.

La maggior parte di questi oggetti, essendo obsoleti e non più di moda, li teniamo chiusi in cassettoni o scatoloni, nelle nostre cantine, nei garage o nelle mansarde a prendere polvere mentre, rilanciati sul mercato, potrebbero avere un valore inestimabile.

Di seguito vi riportiamo ben cinque oggetti che, oltre al valore storico, valgono una fortuna e che ognuno di noi potrebbe avere anche adesso in casa.

Sapete quali sono le cinque cose che potreste avere in casa e valgono una fortuna?

Prima di farci prendere dalle pulizie di primavera, cerchiamo di capire quali sono gli oggetti che abbiamo in casa e che potrebbero valere una fortuna, senza saperlo.

Orsacchiotto – meteoweek

Tra le scartoffie e gli scatoloni che accumulano polvere nelle nostre soffitte di casa, si potrebbero nascondere oggetti preziosi, così gli studiosi del settore, in particolare Marijn Zeevalk, esperto di modellini di treni, e Barbara Bieshaar, esperta di giocattoli iconici e oggettistica di film, hanno stilato un elenco indicativo che potrebbe aiutarci a riconoscere il valore di questi beni preziosi.

In particolare parliamo di cinque cose che, sicuramente, ognuno di noi avrà acquistato nel recente passato e che, con il passare degli anni, hanno aumentato il loro valore, non solo storico ma soprattutto economico.

Ecco i cinque oggetti di valore

Sono tanti gli oggetti di valore che custodiamo in casa ma la priorità va a queste cinque cose. Leggete attentamente e se le possedete, significa che, tra le mani, avete una grande fortuna.

In primis c’è il  primo Game Boy Nintendo, ovvero la prima edizione distribuita nel 1989, e successivamente nel 1990 in Europa. Il valore di questo primo video gioco portatile è molto alto, basti pensare che un Set Gameboy Nintendo è stato venduto a 110 euro. Se si hanno in casa delle vecchie consolle o dei set da video giochi similari e non se ne conosce il valore, è possibile avvalersi della valutazione gratuita degli esperti di Catawiki.

Nintendo Game Boy – meteoweek

Al secondo posto, potremmo possedere il set della Lego, prodotto nel 2015, dal nome  Ultimate Collector’s Millennium Falcon e non sapere che è stato venduto su Catawiki a ben 4 mila e 700 euro. Per cui, quando ripulite il soffitto, prestate attenzione ai set della Lego e anche ai vecchi omini che potrebbero avere un valore inestimabile.

Al terzo posto c’è un oggetto che di sicuro tutti abbiamo avuto tra le mani senza conoscerne il valore: un orsacchiotto. Se questo pupazzo, però, è stato prodotto dalla Steiff, l’azienda di peluche più conosciuta al mondo, vuol dire che il nostro orsacchiotto potrebbe valere fino a 53 mila euro.

I classici modellini dei treni, con cui tutti abbiamo giocato da bambini, potrebbero essere al quarto posto tra gli oggetti preziosi di casa. Alcuni dei modellini più ricercati sono quelli in scala H0 prodotti negli anni ‘40 e ‘50. Se non riuscite a valutarne il valore, anche in questo caso potete consultare il parere, gratuitamente, degli esperti di Catawiki.

LEGGI ANCHEVisitare i musei? Online si può! Ecco i più belli da vedere con i tour virtuali

LEGGI ANCHEBloccare le chiamate dei call center | Come fare per non riceverle più

Infine, nella vostra soffitta, potrebbe esserci un album della Panini e avere un valore importante. In particolare, basta controllare se l’album in question è quello dell’anno 1970 e a quel punto, potremmo avere tra le mani, un oggetto che vale circa due mila e 500 euro.