Rita muore a soli 27 anni, secondo i medici perché depressa causa Covid. Aperta indagine

Rita muore a soli 27 anni, secondo i medici perché depressa causa Covid. Aperta indagine per far luce su quanto accaduto

Rita Caccioppoli-Meteoweek.com

Rita ha perso la vita a soli 27 anni, secondo i medici, a causa di una depressione che le avrebbe causato la pandemia di Coronavirus. Tale depressione, le avrebbe provocato anche conseguenze fisiche, talmente gravi da portarla alla morte.

La Procura di Napoli ha aperto un’indagine sul decesso di Rita Caccioppoli, morta lo scorso 6 aprile all’ospedale del Mare di Ponticelli (Napoli) dopo 17 giorni di ricovero. Per i medici la depressione causata dal Covid le avrebbe portato seri problemi allo stomaco.

Leggi anche:—>Don Riccardo annuncia di essersi innamorato e lascia la tonaca: «Voglio provare a vivere questo amore»

In pochi mesi, Rita è scesa sino a pesare 49 kg. Mangiava e poi vomitava, non riusciva a trattenere il cibo e ha cominciato a dimagrire troppo. La famiglia l’aveva portata dapprima al Cardarelli e poi all’ospedale del Mare, dove le hanno diagnosticato depressione. Durante i ricoveri, tranne i parametri alterati causa denutrizione, tutto sembrava normale.

Leggi anche:—>Studentessa bendata a Verona durante interrogazione in Dad:«Mi sono sentita umiliata»

I familiari temono che Rita possa aver avuto altri disturbi che i medici non sono stati in grado di individuare, per questo hanno chiesto di indagare sul caso. Non credono infatti all’ipotesi depressione, perché la ragazza non ha mai rifiutato di mangiare, ma ha sempre cercato di nutrirsi. Purtroppo, però, quei dolori allo stomaco e la nausea l’hanno portata via.