Covid, dall’India denuncia shock: “Polizia porta via bombola d’ossigeno a mia madre per darla a un VIP” [VIDEO]

Dall’India una denuncia drammatica da parte di due giovani fratelli: “La polizia ha portato via la bombola d’ossigeno a mia madre per darla a un ‘vip’, e lei è morta due ore dopo di Covid”. Diversa però la versione delle forze dell’ordine.

India, polizia porta via bombola d'ossigeno - meteoweek.com
India, polizia porta via bombola d’ossigeno (fotogramma tratto dal video) – meteoweek.com

Registrato un nuovo record di casi oggi in India. Secondo quanto viene riferito da Times of India, sono stati registrati oltre 400mila contagi di coronavirus (401.993) nelle ultime 24 ore, con 3.523 morti. Con la pandemia che ha messo in ginocchio il Paese, è collassato il sistema sanitario nazionale, mentre le strade cittadine diventano forni crematori all’aperto. E il governo nazionale si rivolge alla solidarietà internazionale.

Ma se le immagini delle strade-focolaio sono diventate nel giro di poco tempo il simbolo di una nazione in estrema difficoltà, si aggiunge ora anche un video denuncia da parte di alcuni cittadini. Secondo quanto viene raccontato, una donna – la madre dei due fratelli che hanno pubblicato la terribile testimonianza – sarebbe stata privata di una bombola d’ossigeno, mentre questa veniva consegnata a un personaggio noto nel Paese.

“Mia madre è morta di Covid due ore dopo”

Il video, diffuso e diventato virale attraverso i social network, mostra l’ennesimo gravissimo scenario che imperversa in India, finita ormai sotto scacco dalla pandemia di Covid. Dalle immagini registrate è possibile vedere un ragazzo implorare gli agenti di polizia di restituire la bombola d’ossigeno a sua madre, non in grado di respirare adeguatamente senza quel dispositivo salvavita.

LEGGI ANCHE: Morte Maradona, i medici: «Se ricoverato poteva salvarsi»

Se da un lato la polizia si difende dalle accuse lanciate dai figli della donna, dall’altro questi denunciano una drammatica realtà: “Hanno strappato la bombola dell’ossigeno a mia madre per darla ad un ‘vip’, e lei è morta di Covid due ore dopo“. A parlare è il 17enne Ansh Goyal, che insieme a suo fratello Anmol (22 anni) hanno portato sotto i riflettori gli abusi di potere da parte delle forze dell’ordine indiane.

LEGGI ANCHE: La compagna non vuole abortire, 36enne la picchia a morte con un tubo di metallo:«Non volevo figli»

Già avviata un’inchiesta, coordinata dal direttore generale aggiuntivo della polizia (ADG) Rajiv Krishna, con la quale si tenterà di far luce sulla vicenda. Da come si apprende da Times of India, pare tuttavia che la polizia abbia dichiarato di aver semplicemente prelevato una bombola d’ossigeno vuota, prassi comune in tutti gli ospedali cittadini. Ai media, il sovrintendente della polizia (SP) Botre Rohan Pramod avrebbe ufficialmente spiegato: “Il ragazzo stava chiedendo alla polizia di fornirgli una bombola di ossigeno per sua madre, era disperato. Nessuno stava portando via nulla“.