Roma, rabbia Fiab: «La ciclabile sul Tevere non si tocca»

Non si placano le polemiche sulla pista ciclabile del Tevere. Nella notte intanto, spunta una scritta sull’asfalto.

Pista ciclabile Tevere (aprile 2011 – da pagina Facebook Fiab Roma Biciliberatutti) – Meteoweek

Continuano senza sosta le polemiche sui lavori della pista ciclabile sul Tevere. Nella pagina Facebook Fiab Roma Biciliberatutti appare un post in cui viene espressa incredulità in merito alle voci che circolano negli ultimi giorni.

«La ciclabile non si tocca»

«Incredulità. Il popolo della bici non vuole crederci» inizia così il lungo post pubblicato sulla pagina Facebook Fiab Roma Biciliberautti. «La percorribilità della ciclabile del Tevere messa a rischio? Uno dei percorsi ciclabili più fruiti quotidianamente nella Capitale (1.500 passaggi in media, con picchi di 5.000 nel fine settimana), che ne viene attraversata da nord a sud, rischia di divenire impercorribile dalla maggior parte di coloro che la utilizzano attualmente. Preso di mira da più parti è lo strato di asfalto che copre i sanpietrini, messo in discussionea tredici anni dal suo posizionamento».

Ciclabile Tevere – Meteoweek

«Non si placano infatti le polemiche, che riteniamo presuntuose, poco informate e non pertinenti, sulla recente riasfaltatura della suddetta ciclabile, additata come “danno ambientale”, “intervento devastante”, “colata di catrame e bitume” e così via» si legge sul post. E ancora: «Elemento, insomma, che deturpa il paesaggio della banchina del fiume romano, nonostante si faccia notare che già dal 2008 i sanpietrini erano stati ricoperti con asfalto per consentire una migliore fruizione della ciclabile da parte di un pubblico più vasto. E senza la forte limitazione determinata dal fondo sconnesso che non consentiva di percorrerla o rendeva pericoloso farlo.

LEGGI ANCHE: Covid: donna trasportata in biocontenimento su C-27J Aeronautica

«A rendere unico questo percorso è il fatto che sia lontano dal traffico.  – si legge – Per di più in un contesto che ci invidia il mondo intero e che consenta anche ai meno esperti […] di percorrerla in sicurezza, non solo in bici ma anche con monopattini o con carrozzine per disabili». «Quindi, non scherziamo: questo percorso è troppo utile per la mobilità urbana per essere messo in discussione. Andiamo tutti a pedalare sulla ciclabile del Tevere e dimostriamo che #laciclabilenonsitocca!» conclude Fiab.

LEGGI ANCHE: Bugani sul M5s: “Esca dalle ambiguità. La strada è il centrosinistra”

Spunta scritta sulla ciclabile

Ciclabile Tevere – Meteoweek

Nella notte, intanto, sulla ciclabile è apparsa una enorme scritta: «E non lasciano l’erba…». Frase che richiama la famosa canzone di Adriano Celentano, «Il ragazzo della Via Gluck». La frase si trova nei pressi di Ponte Sant’Angelo. Sconosciuto l’autore, ma gli agenti sono già al lavoro per individuare il responsabile del gesto.