Sequestrata villa dei Rom: era classificata come bilocale da 52 metri quadri

La Finanza ha sequestrato la villa e congelato le disponibilità finanziarie del 55enne perché considerato «socialmente pericoloso».

Villa sequestrata appartenente ad una famiglia Rom – Meteoweek

Doveva essere un semplice bilocale di 52 metri quadri ma, in realtà, si tratta di una villa lussuosa in cui abitano quattro persone. Nessuno della famiglia, però, ha mai lavorato né presentato una dichiarazione dei redditi. Ed è per questo motivo che nella giornata di sabato, 19 Giugno, la Guardia di Finanza ha sequestrato la villa di Spresiano appartenente a Roberto Braidic. L’uomo di 55 anni è di origine Rom ed ha precedenti e condanne per minacce, lesioni, truffe, rapina, tentati furti, ricettazione e insolvenze fraudolente. Perché ritenuto «socialmente pericoloso», la Finanza ha deciso di bloccare anche le sue disponibilità finanziarie.

La villa

A finire sotto la lente di ingrandimento, però, non è stato solo Roberto Braidic, ma anche sua moglie e le sue due figlie. Tutte presentano dei precedenti penali. Non avendo mai lavorato, non è chiaro come sia stato possibile pagare una dimora tanto grande.

LEGGI ANCHE: Non sopporta più la compagna, evade dai domiciliari e va dai Carabinieri

Secondo l’Antimafia e la Procura, la famiglia ha potuto permettersi una tale villa grazie ad affari illegali. Nonostante il sequestro, la famiglia Braidic può continuare a vivere nella villa fino all’udienza che si terrà a settembre, a Venezia. Il 55enne avrà, in quella occasione, la possibilità di dimostrare che la sua casa è frutto di denaro pulito e che nulla ha a che vedere con illeciti. Nel caso in cui ciò non avverrà, la casa sarà confiscata.