Covid, a causa della pandemia 9 italiani su 10 sono più nervosi e irascibili

La stima dell’osservatorio The World After Lockdown di Nomisma-Crif ha fatto emergere una maggiore irritabilità da parte degli italiani causa pandemia

Irritabilità-Meteoweek.com

Da pandemia 9 italiani su 10 hanno sentito maggiore tensione, nervosismo e irritabilità. Il 44% di essi ha detto di sentirsi così molto spesso. È quanto emerso da una stima dell’osservatorio The World After Lockdown di Nomisma-Crif che ha indagato sul mood degli italiani.

Il 68% di essi ha mostrato difficoltà ad addormentarsi, situazione che è occorsa di frequenta per il 31% degli italiani. Tali dati sono confermati dalla crescita delle vendite di ansiolitici, il +12% nel 2020.

Nell’ultimo anno, il 57% degli italiani ha sofferto a causa di sbalzi di umore. Nonostante le ansie e i numerosi punti interrogativi sul futuro, gli italiani hanno saputo reagire positivamente: 1 su 3 ha conservato il buonumore per tutto il tempo.

Se da una parte la distanza ha accentuato la voglia di socialità, dall’altro c’è anche chi ha paura che non si tornerà alla normalità: il 38% degli italiani. C’è chi non riesce a relazionarsi con gli amici con la stessa serenità come prima della pandemia (17%) e chi preferisce star solo piuttosto che vedere o sentire gli amici (8%).

Leggi anche:—>Covid, la richiesta del Silb:«Riaprire discoteche, cdm domani ponga fine a ingiustizia»

Attualmente l’alta propensione a vaccinarsi contro il Covid-19 e i buoni esiti della campagna vaccinale fanno crescere la speranza di uscire presto dalla pandemia e vivere tornando alla normalità, pur mantenendo cautela nei comportamenti. Gli allentamenti nelle restrizioni e la graduale riapertura delle attività hanno fatto bene agli italiani, che il cui umore è migliorato nel 46% dei casi.