Un Posto al Sole, anticipazioni : Franco non ha pace

 

 

Un Posto al Sole è la soap opera più longeva del piccolo schermo italiano. In onda dal 1996 nel corso degli anni ha conquistato milioni di telespettatori, grazie alle intriganti avventure e agli appassionanti intrecci amorosi.

Franco non ha pace

Nella puntata del 29 maggio Marina e Roberto continuano ad affrontare la crisi dei Cantieri. Nel frattempo Franco decide di affidare le indagini alla polizia e di dedicarsi alla propria famiglia, ma l’uomo non sembra poter stare tranquillo, infatti questa scelta lo porterà a finire nel mirino di Biagio. Proprio le scelte fatte da quest’ultimo finiscono per intimorire Pietro che vuole a tutti i costi completare le trattative e portare a termine l’acquisto delle trattative.

Renato e Jimmy trovano le prove

Renato e Jimmy sono determinati a trovare le prove della pigrizia di Raffaele sul posto di lavoro. Per farlo decidono di sfruttare le loro competenze informatiche e gli strumenti a loro disposizione, ma inizialmente non sembrano arrivare a nessun risultato concreto. Proprio quando stanno per arrendersi il drone di Jimmy riesce a ottenere delle riprese che riescono a testimoniare quanto sostenuto dai due riguardo Raffaele.

Silvia continua a cercare le attenzioni di Michele, ma l’uomo sembra essere totalmente indifferente lasciandola un’altra volta delusa e amareggiata. Questa situazione non semplice la porterà a riflettere e valorizzare il suo legame con Giancarlo e la loro complicità. Nonostante ciò il pensiero di Michele n0n sembra abbandonarla. Come finirà?

LEGGI ANCHE—>Un Posto al Sole, ritorna una delle attrici più amate: fan in estasi

I cambiamenti di Un Posto al Sole

Nel corso di  25 stagioni Un Posto al Sole ha abituato i propri telespettatori a cambiamenti nel cast che hanno reso la fiction molto più dinamica, ma anche a modifiche nelle tematiche trattate, Infatti la soap opera nel corso di più di 20 anni ha raccontato e trattato temi di rilevanza sociale che vanno dal bullismo, all’abbandono degli animali passando per la corruzione e la criminalità organizzata.