Isis rivendica attentato al mercato di Baghdad: 65 vittime

L’Isis ha rivendicato l’attentato terroristico avvenuto ieri in un mercato di Sadr City, quartiere a maggioranza sciita di Baghdad. L’attacco è stato programmato alla viglia della grande festa di Ai’d al Adha o del sacrificio, ovvero nel giorno in cui i i musulmani comprano la carne per festeggiare. Le vittime sarebbero 65. Tra queste anche l’attentatore suicida, un iracheno identificato come “Abu Hamza Al Iraqi”.

L’attentato a Baghdad è stato rivendicato dall’Isis – meteoweek.com

Una terribile esplosione è avvenuta nella giornata di ieri in un mercato di Sadr City, quartiere a maggioranza sciita di Baghdad. A renderlo noto erano state fonti mediche e di sicurezza irachene. L’attentato è stato programmato alla viglia della grande festa di Ai’d al Adha o del sacrificio, ovvero nel giorno in cui i i musulmani comprano la carne per festeggiare. È stata utilizzato uno Ied, ovvero una bomba artigianale, di fabbricazione locale. Il primo ministro Mustafa al-Kadhimi ha ordinato l’apertura di un’inchiesta in merito, ma pochi istanti fa l’Isis ha rivendicato l’attacco. Lo riferisce Site, che ha rivelato inoltre che le vittime sono salite a 65. Tra queste c’è anche il kamikaze. I jihadisti dello Stato Islamico hanno identificato l’attentatore suicida come “Abu Hamza Al Iraqi“, un “iracheno” secondo la dichiarazione del gruppo.

LEGGI ANCHE -> Vaccino Covid, Galli: “A sentir parlare di immunità di gregge, mi viene l’orticaria”

isis attentato Baghdad
L’esplosione è avvenuta in un mercato di Sadr City in presenza di un gran numero di persone – meteoweek.com