Razzi dal Libano verso Israele: responsabili terroristi palestinesi e non Hezbollah

Razzi verso Israele, per il ministro israeliano della difesa Gantz provengono dal Libano. Ma responsabile non sarebbe Hezbollah per Israele ma terroristi palestinesi presenti nel sud del Libano. 

razzi israele
 

Per Benny Gantz il Libano è responsabile per il lancio di due razzi nelle scorse ore dal Paese dei Cedri in direzione di Israele. “Consente ai terroristi di operare nel suo territorio“, ha detto il ministro israeliano della Difesa, secondo quanto riporta il Times of Israel.

LEGGI ANCHE: Haiti, l’ultima telefonata del presidente Moise: “Ho bisogno di aiuto”

Israele agirà contro qualsiasi minaccia alla sua sovranità e ai suoi cittadini e risponderà in base ai suoi interessi, al momento giusto, nel posto giusto“. Israele, ha incalzato, “non consentirà che la crisi sociale, politica ed economica in Libano si trasformi in una minaccia alla sicurezza per Israele“. Secondo i militari israeliani, scrive il giornale, i responsabili del lancio dei razzi sarebbero dei miliziani palestinesi nel sud del Libano. Dunque, non sarebbe responsabile il movimento sciita libanese Hezbollah con cui Israele nel 2006 ha combattuto per 33 giorni.

LEGGI ANCHE: Isis rivendica attentato al mercato di Baghdad: 65 vittime

Gantz ha anche fatto appello alla comunità internazionale affinché intervenga per il ripristino della stabilità in Libano. Nel Paese c’è un governo dimissionario dalle devastanti esplosioni del 4 agosto dello scorso anno a Beirut e attraversato dalla peggiore crisi economica degli ultimi 30 anni.