Usa, l’83% dei casi Covid è per variante Delta. Fauci esorta a vaccinare

Negli Usa arrivano i dati del direttore dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), Rochelle Walensky, che ribadisce: la variante Delta rappresenta ormai l’83% dei casi Covid. Sale l’allarme e aumentano gli appelli per vaccinare tutti al più presto. 

usa covid
MeteoWeek.com (Photo by Mario Tama/Getty Images)

A togliere ogni dubbio sulle preminenza della variante Delta nei nuovi casi Covid negli Usa è il direttore dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), Rochelle Walensky, che fa sapere: la variante Delta rappresenta ormai l’83% dei nuovi casi. In un’audizione al Senato ha aggiunto: “I morti per Covid sono aumentati di circa il 48% nell’ultima settimana, con in media 239 decessi al giorno. Ogni morte è tragica ma è ancora più straziante visto che la maggioranza di queste morti potrebbero essere evitate con un semplice vaccino, sicuro e disponibile”. I casi Covid infatti aumentano in tutti gli Stati Uniti, soprattutto laddove la vaccinazione è andata un po’ a rilento. Stando a quanto riportato dall’Ansa, la situazione ha subito un brusco crollo persino a New York: il numero di inoculazioni giornaliere è crollato a 15.000 dalle oltre 100.000 di metà aprile, la città ha vaccinato complessivamente 4,5 milioni di abitanti, contro l’obiettivo dei 5 milioni entro giugno del sindaco Bill de Blasio.

Leggi anche: Sul Green Pass bisogna mettere d’accordo i partiti: le posizioni dal Pd alla Lega

Per questo sale l’allerta, anche da parte dell’immunologo Anthony, che ai microfoni della Cnn ha di recente ribadito: “Se non riusciamo a vaccinare una percentuale significativa di queste persone recalcitranti, assisteremo a una combustione di questo focolaio nel nostro Paese per un considerevole periodo di tempo“. Al momento, infatti, oltre il 97% dei ricoverati Covid non è vaccinato. Inoltre, il dato si riflette anche nelle morti: il 99,5% dei decessi riguarda pazienti non vaccinati. Tutto questo, a fronte di un brusco aumento dei casi Covid, che registrano un aumento del 145% rispetto a due settimane fa, con un incremento dei ricoveri del 50% e dei decessi del 12%.