Lampedusa, carabinieri sequestrano due discariche abusive

I carabinieri di Lampedusa e i colleghi del Centro Anticrimine Natura hanno sequestrato due discariche abusive sull’isola, dove c’era ogni sorta di rifiuti

Discariche Lampedusa-Meteoweek.com

I carabinieri di Lampedusa e i colleghi del Centro Anticrimine Natura hanno eseguito una serie di verifiche che hanno condotto al sequestro di due discariche abusive sull’isola. Lì avevano lasciato rifiuti di ogni tipo, tra cui anche rifiuti speciali e pericolosi. La zona della prima discarica abusiva è ampia circa 2500 mq e si trova nei pressi della Contrada Punta Alaimo, area sotto “protezione speciale di conservazione per vincolo paesaggistico“.

Leggi anche:—>Verifiche Nas, chiuso un bar per presenza di lettiere per gatti e sporcizia

Per quanto concerne la seconda discarica abusiva, si trova in un’area di 500 mq in Contrada Taccio Vecchio. Anch’essa è sotto “vincolo protezione speciale di conservazione“. A supportare la classificazione dei rifiuti è stato lo staff dell’Arpa Sicilia Agrigento.

Leggi anche:—>Zaia:«80% persone ricoverate in terapia intensiva sono non vaccinate»

Tra le ipotesi di reato che i militari hanno segnalato alla Procura della Repubblica di Agrigento vi sono l’abbandono di rifiuti pericolosi nonché il deturpamento e i danni arrecati alle bellezze naturali del luogo, fino ad arrivare al traffico illegale di rifiuti.