Elezioni Roma, ecco chi sono i principali candidati: Enrico Michetti

I profili dei quattro principali candidati per le elezioni di Roma: la campagna elettorale, il programma, la posizione nei sondaggi. 

Elezioni Roma, ecco chi sono i principali candidati: Enrico Michetti - www.meteoweek.com
Elezioni Roma, ecco chi sono i principali candidati: Enrico Michetti – www.meteoweek.com – Enrico Michetti, candidato per il centrodestra alle elezioni amministrative di Roma 2021. Credit: Meteoweek

Michetti chi? Con queste parole scritte a caratteri cubitali sono comparsi per le strade della Capitale i primi cartelloni per la campagna elettorale di Enrico Michetti, il candidato scelto dalla coalizione di centrodestra per la corsa a sindaco di Roma. Ed effettivamente, avevano centrato il punto: nessun romano, o quasi, aveva mai collegato questo nome a un potenziale sindaco della città. Dopo mesi spesi a cercare il famoso “candidato forte”, la destra ha puntato tutto su un semisconosciuto a livello politico. Ma chi è Enrico Michetti e cos’ha fatto nella vita prima della sua candidatura?

Chi è Enrico Michetti

Enrico Michetti è romano, nato nel 1966. Nella vita professionale è avvocato, professore di Diritto degli Enti Locali presso l’Università di Cassino, direttore de La gazzetta amministrativa e del Quotidiano della Pubblica amministrazione. In più, è stato uno speaker radiofonico, e nel corso della sua attività ha affiancato molti sindaci di centrodestra. “Michetti è come il signor Wolf, risolve problemi” , lo ha definito in passato Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia. E ora secondo la coalizione di centrodestra sarebbe pronto per risolvere i problemi di Roma, ma sarà davvero all’altezza? Per il momento si è distinto in particolare per aver lasciato la sedia vuota al confronto tra i candidati organizzato dal quotidiano La Repubblica, suscitando non poche critiche. Vediamo invece cos’ha proposto nel suo programma.

Il programma di Enrico Michetti

Dopo le polemiche per la mancata pubblicazione online del programma, Michetti lo ha finalmente reso noto. Si chiama “Roma, in persona” ed è composto da 122 pagine. Tra le priorità espresse, c’è la necessità di ribaltare il declino economico e sociale della città. Roma ha le risorse per ribaltare il declino economico, sociale e psicologico degli ultimi anni, si legge nel  programma. E ancora: “La posizione e la tradizione della città eterna consentono infatti di: intercettare i trend della globalizzazione – qualità della vita, centralità del tempo libero, cultura della bellezza, innovazione al servizio di benessere e salute; governare lo scambio culturale nel Mediterraneo – l’area geopolitica in cui si svilupperanno le principali questioni del XXI secolo”.

LEGGI ANCHE: Martin Castrogiovanni, avete mai visto la moglie del rugbista? Ecco di chi è la bellissima Daniela

“Molte capitali – continua il programma pubblicato online – hanno definito e annunciato la loro visione distintiva: Parigi si presenta al mondo come ‘icon of life and style worldwide’, Berlino come ‘innovative economic and scientific hub’, Londra ‘the greatest city on earth’. Roma non si definisce e non programma il futuro, ma si fa raccontare solo per il suo glorioso passato. La città dovrà valorizzare la sua identità nel mondo come ‘Capitale della Bellezza’ – un posizionamento che rispecchia il suo Dna, unico tra le metropoli globali – assicurando turismo di qualità, green economy e mobilità sostenibile, innovazione e digitalizzazione dei servizi. Bisogna restituire ai Romani l’orgoglio di vivere, lavorare e investire nel futuro della Città Eterna. Qui, adesso e per sempre”. Poi il programma si sviluppa attraverso diversi temi: ciò che “Il tribuno del popolo” intende fare su una ventina di temi. E questi temi vanno dalla “Mobilità” all’ “Urbanistica”, passando per la “Sicurezza”, il “Turismo”, i “Rifiuti” e l’ “Ambiente”.

LEGGI ANCHE: Elezioni Roma, Michetti attacca: “Il mio programma c’è, basta polemiche”

I sondaggi