Alessandro Borghese, le difficoltà a reperire personale: “Prima c’era una fila di ragazzi, oggi…”

Alessandro Borghese, chef e personaggio televisivo tra i più popolari del nostro paese, in una recente intervista ha parlato del settore della ristorazione e delle conseguenze della pandemia da Coronavirus. 

Nato a San Francisco nel novembre de 1976, Alessandro Borghese dopo essersi diplomato all”American Overseas School of Rome, ha dato il via alla propria carriera nel mondo della cucina iniziando a lavorare come cuoco sulle navi da crociera. Conclusa questa esperienza ha lavorato in svariati ristoranti tra Stati Uniti e Italia per poi, nel 2005, debuttare come conduttore nel programma Cortesie per gli ospiti. Da allora Borghese è riuscito a conquistare il pubblico da casa diventando uno dei presentatori più apprezzati del panorama televisivo italiano.

Le parole di Alessandro Borghese

In una recente intervista rilasciata al al mensile Cook del Corriere della Sera, lo chef ha parlato dello stato di salute della ristorazione dopo la pandemia da Coronavirus. In particolare Alessandro ha fatto riferimento a come questo settore sia cambiato dopo l’ultimo anno e mezzo: “Sicuramente bisogna lavorare in modo diverso. Sta già succedendo: io ero aperto sette giorni su sette pre-pandemia, adesso cinque. Vorrei tornare a sei, ma comunque terrò chiuso un giorno. Il riposo e i turni sono fondamentali.

Le difficoltà di Alessandro Borghese

Inoltre il conduttore di 4 ristoranti ha anche fatto riferimento a come sia cambiato l’approccio dei giovani a questo settore: “[…] fatico a trovare nuovi profili, sia per la cucina che per la sala continuando ha aggiunto: “Prima del Covid c’era la fila di ragazzi fuori dai ristoranti, oggi non si vuole più fare questo lavoro.” 

LEGGI ANCHE—>Conoscete la moglie dello chef e conduttore Alessandro Borghese? Ecco chi è la bellissima Wilma

Il nuovo programma

Secondo lo chef le motivazioni alla base di questa situazione sono principalmente legate a una maggiore richiesta di certezze da parte dei giovani che pretendono garanzie da parte dei datori di lavoro: “In cambio del sacrificio di tempo, i giovani chiedono certezze e gratificazioni”. In attesa che il settore della ristorazione si ristabilizzi, Alessandro è pronto a tornare nella veste di conduttore con Game of Talents, game show che andrà in onda su Tv8 e che vedrà lo chef  per la prima volta impegnato con un programma che non attiene al mondo della cucina.