La segue e tenta di violentarla dentro casa. Salvata grazie alle coinquiline

Aggressione sessuale a Roma dove una studentessa americana ha subito la violenza di un uomo di 42 anni. Le coinquiline riescono a cacciarlo

Una ragazza ha denunciato una aggressione sessuale avvenuta a Roma nei pressi della sua abitazione vicino Cola di Rienzo. Il responsabile sarebbe un uomo di origine macedone che, con la scusa di fumare una sigaretta in usa compagnia vicino all’androne del suo palazzo, l’avrebbe letteralmente braccata fino a raggiungerla quasi fin dentro casa.

La giovane è una studentessa mentre lui è un uomo di 42 anni. La ragazza racconta così i fatti: “Mi si era avvicinato con la scusa di fumare assieme una sigaretta ma poco dopo ha iniziato a molestarmi”. L’ha poi seguita dentro l’ascensore e sul pianerottolo usando la violenza,continuava a baciarmi, era molto più forte di me“. Fortunatamente le coinquiline della donna sono intervenute riuscendo a respingerlo fuori di casa.

LEGGI ANCHE: Femminicidio, dimezzata la pena, la motivazione: “Era realmente turbato dopo il delitto”

Ora l’aggressore, un ex cameriere incensurato, è stato arrestato dai carabinieri e per lui è in atto un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico nei suoi confronti. L’accusa è di violenza sessuale aggravata. La ragazza, 23enne americana, si trova a Roma per motivi di studio. Le immagini dei sistemi di videosorveglianza del condominio hanno permesso di identificare l’aggressore poi riconosciuto dalla vittima e dalle sue amiche. “Ricordo che vennero i carabinieri ma non so nulla di quanto accaduto” afferma il portiere dello stabile.

LEGGI ANCHE: Green Pass sarà obbligatorio fino a primavera ma c’è chi propone di togliere i tamponi per ottenerlo

Solo pochi giorni fa, nello stesso quartiere, una donna di 30 anni è stata salvata da un’aggressione sessuale grazie all’intervento di un inquilino del palazzo, ex pugile, sceso nell’androne quando ha sentito le urla. Assieme ad altri vicini è anche riuscito a bloccare lo stupratore, un 35enne ucraino, che è stato poi ammanettato dagli agenti.