Scala dei Turchi, tra i denunciati l’uomo che fece scoppiare due bombole di gas in metro a Milano

Ascolta l'audio-articolo

Individuati i responsabili dell’atto vandalico che ha portato alla deturpazione della scogliera alla Scala dei Turchi di Realmonte (Agrigento)

Scala dei Turchi-Meteoweek.com

Gli investigatori hanno individuato i responsabili del gesto vandalico che ha portato a deturpare la scogliera di marna bianca alla Scala dei Turchi, usando della polvere di ossido di ferro. Sono due le persone denunciate con l’accusa di danneggiamento beni con valore paesaggistico. Secondo gli inquirenti che si sono occupati della suddetta inchiesta, l’autore sarebbero D. Quaranta, 49 anni, imbianchino.

Da quanto si apprende, Quaranta, nel 2002, sarebbe stato autore degli attentati terroristici occorsi nella metro di Milano, al carcere di Agrigento e alla Valle dei Templi. L’uomo fece scoppiare, all’epoca, due bombole di gas. I carabinieri hanno denunciato anche il suo presunto complice, G.F.

Leggi anche:—>Luciana Borio, ex consigliera Biden: «Tratteremo il Covid come un’influenza, ma è ancora presto»

Intanto, i carabinieri di Agrigento sono riusciti a risalire ai responsabili del danno, tramite le telecamere di video sorveglianza e delle perquisizioni eseguite tra Realmonte e Favara. In quest’ultima località si è riusciti a individuare un furgone in cui sono state trovate tracce di polvere di ossido di ferro.

Leggi anche:—>Israele, sempre più bambini contagiati da Covid: aperto primo reparto pediatrico Omicron

Dalle altre perquisizioni eseguite, gli inquirenti hanno ritrovato guanti sporchi di polvere di ossido di ferro e altre prove schiaccianti.