Accusato di aver violentato una suora, vescovo cattolico assolto per assenza di prove

Ascolta l'audio-articolo

La religiosa diceva di aver subìto lo stupro dal vescovo nel suo convento tra il 2014 e il 2016. Annunciato ricorso 

Sentenza-Meteoweek.com

Assolto per assenza di prove. È quanto ha sentenziato il tribunale indiano dello stato meridionale del Kerala nei confronti del vescovo cattolico Franco Mulakkal, accusato di aver stuprato più volte, tra il 2014 e il 2016, una suora all’interno del suo convento rurale. La religiosa diceva di aver subito abusi quando il vescovo, che ha sempre respinto ogni addebito, era alla guida dell’ordine delle Missionarie di Gesù. Tuttavia, i legali della suora e la Procura hanno comunicato che faranno ricorso.

Leggi anche:—>Bimba precipitata dal balcone a Torino: fermato il compagno della madre

Mulakkal è il primo sacerdote ad andare a giudizio in India, nello specifico sotto giudizio del tribunale dello Stato meridionale del Kerala che lo ha assolto scrivendo una sentenza di una riga in cui non lo considerava colpevole. La suora ha detto di aver contattato più volte la Chiesa e di aver infine optato per denunciare tutto alla polizia perché ogni sua denuncia era stata ignorata.

Leggi anche:—>Mamma e figlia ritrovate morte nella loro casa

Nel 2018 ha denunciato, ma la polizia ha cominciato a indagare dopo alcuni mesi, dopo che altre cinque suore hanno protestato quasi ogni giorno fuori dall’Alta corte. Quando è stato arrestato, il Vaticano lo aveva sospeso dalle funzioni. Mulakkal era finito in manette nel settembre 2018 e poi rilasciato su cauzione.