Non può partire perché senza Super Green Pass, ma il Tribunale autorizza l’imbarco

Ascolta l'audio-articolo

All’agente di commercio palermitano gli era stato impedito di partire perché non vaccinato quindi sprovvisto di Super Green Pass. Prima di trovare ospitalità a casa di una famiglia di Villa San Giovanni, l’uomo ha trascorso la notta nel suo sacco a pelo. 

Un agente di commercio di Palermo, Fabio Messina, è rimasto bloccato in da lunedì, 10 Gennaio, perché non essendo vaccinato e quindi sprovvisto di Super Green Pass gli è stato impedito di imbarcarsi a Villa San Giovanni. L’uomo ha quindi deciso di presentare ricorso. Ricorso che è stato accolto dal Tribunale Civile di Reggio Calabria che ha autorizzato il suo imbarco.

La decisione del Tribunale

L’uomo, che aveva trascorso le prime notti in un sacco a pelo, ha trovato poi ospitalità a casa di una famiglia del posto. Fabio Messina si è affidato ai suoi due avvocati, Grazia Cutinoo e Maura Galletta, per presentare ricorso e riuscire ad imbarcarsi.

LEGGI ANCHE: Prof senza mascherina: gli alunni se ne vanno e lei chiama la polizia che la multa

Il Tribunale di Reggio Calabria, per volere del Giudice Elena Lupino ha autorizzato l’imbarco. Nello specifico, il Giudice Lupino ha «ordinato di procedere all’imbarco immediato del ricorrente sul traghetto per Messina». Fabio Messina, da parte sua, avrebbe dovuto prima sottoporsi ad un test antigenico attestante la sua negatività e avrebbe dovuto indossare la mascherina FFP2 durante tutto il viaggio.