Schianto fatale, morte madre e figlia: molto grave il padre

Ascolta l'audio-articolo

Mamma e figlia sarebbero morte sul colpo nel sinistro stradale, mentre il padre è gravissimo e ha subìto un intervento urgente

Alice e la madre Mercedes-Meteoweek.com

Alice Catarzi, 23 anni e la madre Mercedes, originaria di Cuba ma da tempo residente a Prato, hanno perso la vita in un sinistro stradale a Cuba mercoledì 12 gennaio. Le due donne erano in viaggio con il marito di Mercedes nonché papà di Alice, Massimiliano Catarzi che dopo l’incidente è in gravissime condizioni e lo hanno operato urgentemente in un ospedale cubano. La famiglia era in viaggio dal 7 dicembre scorso e sarebbe dovuta rientrare domenica 16 gennaio. A riportare la notizia è il Tirreno.

La famiglia Catarzi vive nel quartiere San Paolo di Prato. La cognata di Massimiliano racconta che l’uomo, unico sopravvissuto al sinistro stradale le cui dinamiche non sono ancora chiare, «è attaccato a un respiratore dopo aver subito un intervento per un problema a un polmone». Le notizie che giungono da Cuba sono per mezzo di Marisa, sorella di Mercedes, e alcuni cugini, che sono andati in nosocomio per avere conferma di quanto occorso. Da quanto risulta, «Massimiliano è cosciente e si ricorderebbe tutto dell’incidente» e, come avrebbe detto Claudia Catarzi, «l’impatto sarebbe avvenuto dopo un tentativo di sorpasso che Massimiliano stava effettuando».

Alice Catarzi-Meteoweek.com

A guidare sarebbe stato Massimiliano, che aveva noleggiato un’auto per girare per l’isola durante le vacanze. In auto con lui c’erano solo Alice e Mercedes. Secondo quanto riportato dalla cognata di Catarzi, l’auto con cui si sarebbe scontrata la macchina guidata dall’uomo avrebbe avuto «pochissimi danni». La donna avrebbe anche confermato il mistero dei documenti scomparsi, che sarebbero «stati rubati nel frangente di attesa dei soccorsi». Alla donna avrebbero detto, inoltre, che «è previsto per mercoledì il rientro delle salme delle due donne in Italia».

Incidente-Meteoweek.com

La dinamica del sinistro è attualmente tutta da chiarire e si sospetterebbe anche un presunto furto subito dalla famiglia Catarzi. Il Corriere Fiorentino ha contattato il ministero degli Esteri che ha raccontato di essere a lavoro sul caso dalla mattina del 13 gennaio, quando i familiari da Prato hanno allertato le forze dell’ordine. I parenti sono stati chiamati direttamente dall’ospedale cubano in cui Catarzi è attualmente ricoverato in condizioni serie. Ma questa è una prassi non corretta, poiché avrebbero dovuto contattare l’ambasciata italiana a Cuba. Questo comportamento ha destato sospetti nella Farnesina, che ha accertato come i medici dell’isola non sarebbero riusciti a individuare le vittime del sinistro «perché non avevano addosso i documenti».

Leggi anche:—>Bimba precipitata dal balcone a Torino: fermato il compagno della madre

Cosa è accaduto? Mancava altro nell’auto della famiglia? Forse hanno subito un furto? E se sì, quando sarebbe occorso? Avvisata dal ministero degli Esteri, l’ambasciata italiana a Cuba si sarebbe mossa inviando una richiesta di svolgere indagini alla polizia locale, da cui nei prossimi giorni si attendono novità.

Leggi anche:—>Covid, muore a 18 anni la modella Valentina Boscardin: «Vittima di trombosi»

La famiglia stava per rientrare in Italia dopo poco più di un mese di vacanza nel Paese della moglie di Catarzi. Proprio lì, 25 anni fa, marito e moglie si erano incontrati e più tardi sposati. I tre si trovavano in una casa in provincia di Holguin e il sinistro sarebbe occorso mentre si recavano a Banes. Sarebbero dovuti tornare a Prato il 16 gennaio.