Ragazza aggredita da tassista a Firenze, la versione di lui: “Mi ha dato dell’idiota e sputato addosso”

Ascolta l'audio-articolo

Un video sconvolgente riguardante l’aggressione subita da una studentessa americana, quest’oggi a Firenze, ha fatto molto discutere. Nelle immagini si vede appunto il tassista, aggredire brutalmente una ragazza. Il direttivo Uritaxi ha voluto rilasciare, tramite alcune dichiarazioni, la versione del tassista.

L’aggressione alla ragazza – MeteoWeek

“I fatti che hanno riguardato un tassista fiorentino mentre colpisce una cliente, sono da noi condannati. Da una posizione di totale ragione si è purtroppo messo dalla parte del torto. Infatti, dopo aver subìto una ingiusta contestazione tariffaria da parte della cliente, il tassista si è visto dare, da quella che è la sua versione dei fatti: ripetutamente di ‘stupido idiota’, sputare in faccia, poi spinto e colpito con le mani ed una borsata in testa mentre raccattava il suo cellulare, ed infine ha dovuto assistere ad un calcio alla sua vettura ed al tentativo di danneggiamento dello sportello anteriore. A quel punto il nostro collega, invece di limitarsi a chiamare le forze dell’ordine, ha colpevolmente perso la pazienza, finendo nel torto”. Questa la dichiarazione del direttivo Uritaxi Firenze. “Dirà la magistratura se si tratta di un caso di eccesso di legittima difesa – ha aggiunto ancora il direttivo -. Il linciaggio mediatico a senso unico in atto, deriva da un video parziale che riprende soltanto la parte finale del fatto, censurando totalmente quella dove si vedono i colpi presi dal collega e dal suo taxi”.

LEGGI ANCHE > Bimba precipitata dal balcone: fermato il compagno della madre, è accusato di omicidio

Per Uritaxi Firenze “pur comprendendo lo stato di frustrazione del collega, tra crisi lavorativa e la gravità dei fatti subìti l’altra notte, non possiamo che condannarne la reazione, sia come cittadino che come esercente di un pubblico servizio, ricordandogli che soprattutto chi lavora la notte, questi fatti li subisce con drammatica frequenza, ma senza scadere in reazioni di quel tipo”.

LEGGI ANCHE > Schianto fatale, morte madre e figlia: molto grave il padre

“Queste, infatti, fanno solo il gioco di chi mira a demonizzare un’intera categoria che fa gola alle multinazionali – ha proseguito il direttivo -, ma che sa far parlare di sé per l’altissimo indice di gradimento tra la clientela, per la costante presenza offerta anche in questa fase di pandemia alla circolazione sicura dei cittadini, per aver tenuto duro e non aver licenziato neanche un dipendente”.