Bianchi su scuola:«Stiamo affrontando i problemi, ci vuole unione»

Ascolta l'audio-articolo

Il ministro dell’Istruzione tocca il tema scuola parlando delle difficoltà che si stanno affrontando e invita a «unione e convergenza»

Patrizio Bianchi-Meteoweek.com

In un intervento durante la trasmissione di Rai 3, Che tempo che fa, il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi affronta il tema scuola invitando a essere più uniti e convergenti su determinate questioni. «Voglio innanzitutto ringraziare tutti coloro che hanno lavorato in questo periodo per la scuola, tutte le famiglie, i ragazzi, tutto il personale e tutti i dirigenti. Come in aprile e a settembre, è stato un grandissimo lavoro corale; certo, abbiamo dei problemi pratici, diversi nelle diverse parti del Paese.

Leggi anche:—>Spaventoso schianto sulla A1: gravissima un’intera famiglia e due giovani

Quando parliamo di scuola italiana parliamo di oltre 10 milioni di persone. Ci sono molti problemi, li stiamo affrontando uno alla volta, mettendo a disposizione delle risorse, abbiamo messo a disposizione ad esempio del Commissario Figliuolo oltre 92 milioni per poter fare test ai ragazzi delle scuole superiori», ha detto Bianchi.

Leggi anche:—>Vigile aggredito a Milano: individuati alcuni degli autori

Bianchi continua sottolineando che si tratta di «una quantità di risorse notevoli per permettere alle scuole di potersi organizzare nella diversità della loro condizione e dall’altra parte messo insieme ascoltando tutti dei protocolli che possono sicuramente essere migliorati. Questo è un momento delicato, o lo si affronta con la massima unione e convergenza o ci dividiamo su tutto», ha chiosato il ministro.