Armi, droga, auto rubate: 14 arresti a Foggia e provincia

Ascolta l'audio-articolo

Maxi operazione delle forze dell’ordine nel Foggiano: cento gli agenti impegnati nei controlli tra polizia, carabinieri e finanza.  

È pari a 14 arresti il bilancio della nuova operazione “Ad alto impatto” condotta a Foggia e provincia dalla Polizia di Stato, dall’Arma dei carabinieri e dalla Guardia di Finanza nell’ambito dei controlli disposti in occasione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica del 17 gennaio scorso, presente il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, dopo gli attentati esplosivi e incendiari di inizio gennaio. Nel corso del fine settimana sono stati circa 100 gli operatori che hanno effettuato ispezioni, perquisizioni, rastrellamenti, posti di blocco e controlli negli esercizi commerciali. Nelle operazioni di controllo sono stati coinvolti i reparti territoriali e quelli speciali.

Una operazione in grande stile

L’operazione “Ad alto impatto” ha visto impegnate Polizia di Stato, Arma dei carabinieri e Guardia di Finanza – Meteoweek

Nello specifico, ad affiancare le unità territoriali sono stati, nell’ordine, il reparto prevenzione crimine, le squadre di intervento operativo, i carabinieri cacciatori, i nuclei cinofili per la ricerca di armi e droga nonché le squadre specializzate nelle indagini scientifiche. Agli arresti si sono aggiunte diverse requisizioni di quantitativi di sostanze stupefacenti e di merce contraffatta. Gli elicotteri hanno supportato e seguito dall’alto le principali operazioni e controllato le aree più a rischio. Due arresti a Foggia e Vieste sono stati eseguiti dalla Polizia di Stato, mentre a Orta Nova, alla fine di un’indagine sul riciclaggio di auto rubate, gli agenti della Squadra Mobile e del Commissariato di Cerignola hanno arrestato in flagranza di reato quattro soggetti rispettivamente di 34, 36, 25 anni e 23 anni per i reati di ricettazione, riciclaggio e resistenza a pubblico ufficiale. Gli uomini fermati dalle forze dell’ordine erano stati colti mentre erano impegnati a cannibalizzare due vetture rubate quello stesso giorno a Trani.

LEGGI ANCHE -> Morti bianche, Osservatore Romano: “Ancora morti sul lavoro, nel 2021 più di 1.200 decessi”

A San Severo, la Guardia di Finanza ha sequestrato 270 articoli elettrici sforniti delle indicazioni comandate dalla normativa europea e per questo potenzialmente pericolose per i consumatori. A carico del commerciante è partita la segnalazione alla camera di commercio di Foggia per violazione del codice di consumo e delle disposizioni comunitarie, mentre a San Nicandro Garganico, i militari hanno sequestrato a ignoti 5 tavolette di hashish dal peso complessivo di 272 grammi. La sostanza stupefacente era stata occultata in un’area non edificata del centro cittadino.