Sequestrate 10mila mascherine non a norma, denunciati i produttori

Ascolta l'audio-articolo

I dispositivi di sicurezza erano in vendita nella zona di Viterbo, i controlli della guardia di finanza hanno portato al sequestro

Oltre 10mila mascherine indicate come Ffp2 ma non a norma sono state sequestrate dalla guardia di finanza della provincia di Viterbo durante uno dei quotidiani controlli anti-Covid. I dispositivi di sicurezza erano privi delle indicazioni di sicurezza previsti dalla legge. Le mascherine erano destinate perlopiù ai bambini, ma non possedevano l’autorizzazione per la vendita.

LEGGI ANCHE: Arcigay, Roma: “Sputi e insulti a volontaria durante iniziativa per San Valentino”

Le mascherine erano esposte per le vendita di numerosi negozi della zone, anche in grandi catene di distribuzione internazionali, ma non rispettavano gli standard qualitativi indicati dal Ministero. Oltre al sequestro, i finanzieri hanno disposto una denuncia alla Camera di commercio ai danni dei rappresentanti legali dell’azienda produttrice e sanzioni per oltre 15mila euro.