Principe Andrea nell’occhio del ciclone, i tabloid: saranno i sudditi a pagare il risarcimento milionario per Virginia Giuffre?

Ascolta l'audio-articolo

Non si sa ancora chi è che dovrà pagare il risarcimento, che si aggira tra i 7,5 e i 12 milioni di sterline. Sarà lui stesso, che ancora riceve un compenso di 21 milioni di sterline, o la regina con i soldi pubblici?

Principe Andrea, Virginia Giuffre-meteoweek.com

Nuovi guai per il principe Andrea d’Inghilterra, che è riuscito a togliersi dall’imbarazzo del processo per i presunti abusi sessuali denunciati da Virginia Giuffre nell’ambito della questione Epstein, trovando un’intesa economica. Tuttavia, non si sa ancora, o meglio non è ancora chiaro chi è che dovrà pagare il risarcimento che dovrebbe aggirarsi tra i 7,5 e i 12 milioni di sterline.

La questione è la seguente: sarà lo stesso principe Andrea a sborsare la suddetta cifra o quel denaro verrà cofinanziato dalla regina, con i soldi pubblici? Per ora non c’è risposta chiara in merito a questo dubbio. In realtà, il duca di York percepisce regolarmente un compenso annuo di 21 milioni di sterline grazie al fondo del Ducato di Lancaster, gestito da Buckingham Palace.

Una deputata contro il principe:«Lasci il titolo di duca di York»

Principe Andrea-Meteoweek.com

Non si esclude del tutto, comunque, che al pagamento di quel risarcimento saranno destinati anche dei soldi pubblici, come riporta il Telegraph. Anche se, fino a qualche giorno fa, la corte aveva fatto intendere di non prendere neppure in considerazione una simile ipotesi, data la netta opposizione dei principi Carlo e William.

Leggi anche:—>Covid, governatore Friuli:«Riaprire tutto ora che virus dà tregua, colori solo un feticcio»

Intanto una deputata laburista, Rachael Maskell, ha chiesto che al principe Andrea sia tolto il titolo di duca di York.

Leggi anche:—>Covid, assessore Sicilia: «Lavoriamo per stabilizzare 9mila sanitari impegnati nella pandemia»

La donna si augura, anzi, che sia il principe stesso a rinunciarvi di sua sponte, se le dichiarazioni in cui si dice rammaricato per le frequentazioni nel giro di Epstein «sono sincere».