Nas scoprono dentista abusivo, denunciati odontoiatra e medico

Ascolta l'audio-articolo

L’uomo esercitava la professione dentistica senza averne i titoli. Inguaiato anche il titolare dello studio.

I militari del Nas di Viterbo, al termine di una articolata indagine nell’ambito del contrasto al fenomeno dell’abusivismo nel campo medico odontoiatrico, hanno denunciato in stato di libertà un odontotecnico e un medico – in concorso – per abusivo esercizio della professione medica.

Eseguiva prestazioni odontoiatriche senza abilitazione

A loro carico sono state raccolte diverse testimonianze in base alle quali è stato possibile appurare che l’odontotecnico effettuava abitualmente, presso uno studio odontoiatrico, prestazioni medico-dentistiche come visite al cavo orale e applicazioni di impianti e otturazioni, tutte operazioni di esclusiva competenza dell’odontoiatra, senza possedere i prescritti titoli abilitativi.

LEGGI ANCHE -> Droga, arrestate madre e figlia: trasportavano 200 kg di stupefacenti

Il medico titolare dello studio è stato considerato responsabile in concorso nell’esercizio abusivo per avere permesso lo svolgimento dell’attività illecita al soggetto non abilitato all’interno della struttura, anche in sua presenza.

LEGGI ANCHE -> Covid, Crisanti: “Contagi in discesa, momento migliore per riaprire tutto”

È possibile svolgere attività odontoiatrica solo al professionista che, dopo aver conseguito la laurea in odontoiatria e protesi dentaria, abbia superato l’esame di Stato e sia iscritto al relativo albo; l’esercizio abusivo della professione è invece sanzionato ai sensi dell’Art. 348 c.p. con la reclusione da sei mesi a tre anni e una multa da 10 mila a 50 mila euro.