Calcio, la Russia è fuori dai Mondiali 2022 e dalle coppe. FIFA e UEFA: “Calcio sia vettore di pace”

Ascolta l'audio-articolo

La Russia è fuori dai Mondiali 2022 e dalle coppe, la decisione congiunta di FIFA e UEFA. Rescisso anche il contratto di sponsorizzazione con il colosso russo Gazprom. “Che il calcio possa nuovamente essere un vettore di unità e pace tra i popoli”.

Calcio, Russia fuori dai Mondiali 2022 e dalle coppe FIFA e UEFA- meteoweek.com
Calcio, Russia fuori dai Mondiali 2022 e dalle coppe FIFA e UEFA – meteoweek.com

La Russia è stata bandita dalla FIFA dai Mondiali di calcio del 2022 in Qatar a seguito dell’invasione dell’Ucraina. In una dichiarazione congiunta con l’ente calcistico europeo UEFA, la FIFA ha confermato che i club e le nazionali russe saranno tagliate fuori dalle competizioni “fino a nuovo avviso”. La decisione arriva dopo che il Comitato olimpico internazionale (CIO) aveva esortato gli organismi ad escludere atleti e funzionari russi dagli eventi di carattere internazionale. Il CIO ha affermato che la mossa è stata ritenuta necessaria ed atta a “proteggere l’integrità delle competizioni sportive globali, così come la sicurezza di tutti i partecipanti”.

 “Che il calcio sia vettore di unità e pace tra i popoli”

La decisione di FIFA e UEFA è a tempo indeterminato, con la nazionale russa che non potrà partecipare agli spareggi di qualificazione per i Mondiali del 2022, e con le squadre che non potranno più partecipare a nessuna coppa europea fino a data da destinarsi. Rescisso inoltre anche il contratto di sponsorizzazione della UEFA con il colosso energetico russo Gazprom: il logo della compagnia non comparirà più nelle gare di Champions League ed Euro 2024.

LEGGI ANCHE: Ucraina, un italiano si arruola: «Voglio solo salvare i bambini»

Alla luce di questa decisione, è ancora tutto da decidere se la Polonia, che avrebbe dovuto scontrarsi con la nazionale russa il 24 marzo (nella semifinale dei playoff di qualificazione per il Mondiale 2022 del Qatar) vincerà la partita a tavolino. Nel caso in cui fosse confermata questa ipotesi (al momento molto accreditata), il team polacco andrà in finale con la vincente tra Svezia e Repubblica Ceca. Altra alternativa da parte della FIFA è quella di ripescare la prima delle escluse (Slovacchia), così da sostituirla alla nazionale russa.

LEGGI ANCHE: La Scala allontana il direttore d’orchestra Valery Gergiev, amico e sostenitore di Putin

“FIFA e UEFA hanno deciso insieme che tutte le squadre russe, siano esse rappresentative nazionali o squadre di club, saranno sospese dalla partecipazione alle Competizioni Fifa e Uefa fino a nuovo avviso“, si legge nel comunicato congiunto delle due federazioni. Comunicato che poi prosegue: “Queste decisioni sono state adottate oggi dall’Ufficio di presidenza del Consiglio FIFA e dal Comitato Esecutivo della UEFA, rispettivamente i massimi organi decisionali di entrambe le istituzioni su questioni così urgenti. Il calcio è unito e in piena solidarietà con tutte le persone colpite in Ucraina. Entrambi i Presidenti sperano che la situazione in Ucraina migliori in modo significativo e rapido in modo che il calcio possa nuovamente essere un vettore di unità e pace tra i popoli”.