“Un massaggio per un cavallo”: Elon Musk accusato di molestie sessuali da un’hostess di SpaceX

“Elongate” in arrivo? Anni fa il ricchissimo imprenditore avrebbe fatto una “proposta indecente” a un’hostess di SpaceX. 

Lui nega tutto e respinge le accuse. Che sono “politicamente motivate”, replica il fondatore di Tesla.

Un cavallo in cambio non di un regno, ma di un massaggio erotico. È quanto avrebbe offerto Elon Musk a un’hostess. La “proposta indecente” del multimiliardario patron di Tesla e SpaceX sarebbe arrivata dopo essersi denudato nella cabina privata del suo jet executive – da 70 milioni di dollari – Gulfstream G650ER. Lo riporta Business insider

L’uomo più ricco del mondo, 50 anni, respinge le accuse nega le molestie. «Se fossi incline alle molestie, questa difficilmente sarebbe la prima volta nella mia carriera che emergerebbe», replica Musk che definisce «politicamente motivato» l’articolo di Business insider. Oltre a invitare, nel suo tipico stile, a chiamare «Elongate» lo scandalo che lo riguarda.

Le accuse arrivano da una ex assistente di volo. La donna, che lavorava per la flotta di aerei privati di SpaceX, accusa Musk per un episodio del 2016. Il tycoon le avrebbe mostrato il membro durante un volo per Londra. E l’avrebbe anche toccata senza il suo consenso oltre a offrirle un cavallo in cambio di un massaggio erotico. A riferirlo è Business Insider citando fonti secondo cui nel 2018 SpaceX avrebbe patteggiato con l’ex hostess il pagamento di 250mila dollari per avere il suo silenzio.

Durante un volo per Londra nel 2016 la “proposta indecente”

Uno dei meme apparsi sui social dopo la notizia della presunta offerta di Musk – Meteoweek

Le molestie sessuali avrebbero avuto luogo nella cabina privata del super jet lungo 30 metri e dall’identica apertura alare. Musk usa spessissimo (si parla di 250 volte l’anno), anche per voli di breve durata, questa fuoriserie alata in grado di fare voli transcontinentali. La vittima delle presunte molestie sessuali sarebbe, scrive sempre Business Insider, un’assistente di volo incoraggiata ad aggiungere al suo curriculum un corso di massaggi. Tutto sarebbe accaduto durante un volo per Londra risalente ormai a sei anni fa. In quell’occasione Musk avrebbe chiesto alla hostess di fargli un massaggio nella cabina privata del jet.

Nella suite volante di 14 metri quadrati con oblò panoramici, la donna si sarebbe trovata davanti un Musk nudo e eccitato. Che per tentare di convincerla, sapendola amante dell’equitazione, le avrebbe offerto un cavallo. Una scena pacchiana, a mezza via tra il Riccardo III di Shakespeare e il Carlo Martello di De André. Che però si è conclusa col rifiuto dell’assistente, come raccontato poi dalla donna a un amico che testimonierà a suo favore. Più tardi l’hostess avrebbe accettato il risarcimento di 250 mila euro. I vertici di Space X si sono trincerati dietro un “no comment” davanti alle domande di Business Insider. Inutile dire che sui social stanno spopolando i meme col fondatore di Tesla accostato a ogni genere di equino.